Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



lunedì 7 settembre 2009

Salvare file on line con Gmail


Mi è successo ultimamente di temere di aver sovrascritto un file sul quale stavo lavorando (una tavola!) a causa di cartelle aventi lo stesso nome - un errore mio dovuto allo spostamento e ridimensionamento frequente di file...
Nonostante io salvi spesso i file a ogni fine sessione (e spesso anche prima) su almeno un paio di chiavette usb (e su dvd ogni 5-6 file terminati) in questo caso il danno sembrava irrimediabile: nessun programma di recupero dati può ripristinare file sovrascritti che abbiano lo stesso nome.
Dopo aver perso mezzo pomeriggio a reinchiostrare un paio di vignette della suddetta tavola ho scoperto che il file "perso" in realtà era finito in un'altra cartella, non so come.

La paura però è stata tanta, e il fatto di lavorare su aleatori file digitali mi inquieta non poco (anche le chiavette e i dvd si possono rovinare...senza parlare della loro longevità come supporti fisici).
Un mio caro amico mi ha suggerito di spedire il mio lavoro come allegati di posta alla mia casella Gmail , che ha uno spazio di diversi Giga gratis a disposizione.
Perchè no?, senza contare il fatto che i file sarebbero sempre disponibili anche da altri computer...
Firefox in questo caso ha un componente aggiuntivo chiamato "Gspace" che oltretutto permette di gestire la propria casella di posta come se avessimo un disco fisso on line , con un'irtefaccia che permette facilmente il trasferimento di file e cartelle direttamente dal nostro computer allo spazio del nostro account di posta.
L'unico limite (mi sembra) è quello che gli allegati in Gmail non possono superare i 20 Mb.
Qui un post di "My neit" spiega l'uso di "Gspace", io l'ho provato e l'ho trovato molto utile e semplice da usare. In questo caso però per usare lo spazio della posta come "deposito" di file on line ho ritenuto più utile aprire un account apposito, anche perchè altrimenti mi ritroverei a scaricare sul computer tutti i file inviati da archiviare on line.
L'uso delle etichette permetterà la gestione comoda di tutti i tipi di file caricati su Gmail (come la posta normale, d'altronde).
Naturalmente si può usare il proprio account di posta per questo particolare scopo di archiviazione anche senza usare "Gspace", spedendo i propri file come allegati, e buonanotte, ma io consiglio di leggere lo stesso il post di "My neit" perchè con questo componente aggiuntivo si possono fare delle cose in più.

Nell'immagine è raffigurata la schermata che si apre cliccando sul menu di Firefox "Strumenti" alla voce "Gspace": a sinistra ci sono le cartelle e sottocartelle del mio computer, a destra lo spazio di Gmail pronto ad accogliere i miei file.

6 commenti:

  1. ciao,
    qualche dubbio:
    1) sicurezza e riservatezza. se stai per esempio lavorando ad un progetto "riservato" magari qualche collega/concorrente smanettone di informatica potrebbe andare a curiosare tra i tuoi file archiviati su gmail
    2) gmail e' gratuito e come tale non offre garanzie di continuità o di affidabilità... potrebbe chiudere domani o potrebbe perderti dati...

    questo per dire che per un uso etemporaneo puo' andar bene, per un uso professionale o continuativo forse e' meglio usare altri servizi di hard disk virtuali oppure meglio ancora hard disk esterni "reali" ormai molto economici e si affidabili.

    ciao ciao

    ps: grazie per avermi fatto scoprire anobii e dykes!

    RispondiElimina
  2. Sì, evidentemente per cose riservate e serie Gmail non è proprio da prendere in considerazione - nel mio caso trovo comodo ritrovarmi i file delle tavole disponibili on line, sono cose che non credo interessino nessuno.
    Certo Gmail non è eterno, ma tra tutti i servizi è quello più famoso e quindi difficile che collassi dall'oggi al domani, senza tener conto che i file on line per me sono un di più, un'aggiunta ai miei salvataggi su dvd e chiavette - e prossimamente su hard disk esterno, come suggerisci giustamente (ma anche quelli possono "collassare", no?!...).
    Per aNobii son contenta, lo ritengo un bel servizio adatto a diversi usi (database, promemoria, social network, ecc.)
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. be', se ti compri 2 hard disk, uno da scrivania e l'altro portatile... copi le tue cose su entrambi. uno rimane a casa e l'altro te lo porti in giro per ulteriore sicurezza (ladri, disastri etc...)o per bisogno. In questo modo i dati saranno al sicuro e sempre disponibili. ciao

    RispondiElimina
  4. Caspita, addirittura due!, sei molto previdente...
    Per adesso credo che me ne basti uno, ma cosa intendi per portatile?, solo un hard disk più leggero e maneggevole?
    E poi: hai qualche consiglio da darmi, sopratutto per uno da casa (video ne ho pochi da salvare, credo me ne basti uno da 500 giga come ne ho visti tanti, dai 70 ai 90 euro di prezzo medio)?

    RispondiElimina
  5. ciao,

    ci sono quelli da 2,5 pollici che sono piccoli come un borsellino da uomo si collegano alla USB e non hanno bisogno di corrente. Io ne ho uno da 250 GB.
    poi ci sono quelli da 3,5 pollici, da scrivania, grossi come un'agenda, piu' capienti e hanno bisogno della corrente. Io ne ho uno da 500GB.
    Infine ci sono quelli da 3,5 pollici detti multimediali, perche' li puoi collegare per esempio alla tv e ti vedi i file in tv e, cosa forse utile, possono direttamente registrare da varie sorgenti. costano di piu', ma di questi non ho esperienza.

    i miei sono economici western digital e per ora funzionano egregiamente, non mi lamento!

    ciao

    RispondiElimina
  6. Grazie onelulu, oggi ho acquistato un hard disk 3,5 da 500 giga e ho già provevduto a spostarci musica e video, così da svuotare un po' il pc; inoltre ho fatto una copia della mia cartella più importante: "Disegni"!
    Prossimamente (ma non a breve) prenderò un HD tascabile...

    RispondiElimina