Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



lunedì 31 agosto 2009

Si ricomincia il lavoro, ma con una novità

Da un paio di settimane sono al lavoro sulla mia terza storia
de "La squadra fantasma" - serie di avventure di Legs Weaver and company che vengono pubblicate una volta all'anno (o meno) all'interno del semestrale "Universo Alfa".
Per cominciare ho cercato allargare il mio "database" grafico con immagini "prelevate" da colleghi più bravi, videogiochi, illustrazioni - questo non per "copiare" il lavoro altrui, naturalmente, ma per continuare a ispirarmi a design che sia il più fantascientifico possibile, e per fare ciò bisogna che io mi immerga totalmente in questi mondi futuristici: nessuno inventa nulla dal niente, neanche i grandi artisti...

Assieme ad Antonio Serra - curatore della serie - abbiamo deciso che per cercare di rendere il mio segno il più preciso possibile era meglio passare all'inchiostrazione digitale: la mia presbiopia cominciava ad avere effetti nefasti sulla resa di certe vignette.
Come già accennato in altri post uso per la retinatura il programma Manga Studio EX 4.0; questo programma è ottimo anche per "inchiostrare" con l'ausilio della tavoletta grafica, e io amo in particolare la duttilità del pennello di questo programma.
L'anno scorso per prova avevo inchiostrato tre tavole del fumetto che uscirà a novembre ( il numero 2 de "La squadra fantasma") e quasi nessuno era riuscito a notare la differenza tra la mia solita inchiostrazione manuale e quella digitale.
La scelta però di usare pc e tavoletta grafica per 170 tavole è un bell'impegno e una scelta anche stilistica - e per me significa anche tante ore di lavoro davanti allo schermo...
Posto qui in anteprima una delle tavole che ho terminato (la 5 per l'esattezza), e approfitto di questo post per manifestare la mia soddisfazione (anche quella di Serra) per come mi sto trovando con questa nuova esperienza: mi sto divertendo, mi sembra di essere più precisa e di sapere cosa voglio ottenere dal mio disegno.
Posted by Picasa
Ogni inizio di storia rappresenta per il disegnatore stimoli nuovi e rinnovato entusiasmo, è naturale. Qualche volta per ragioni diverse l'entusiasmo si perde un po' per strada - vuoi la stanchezza, vuoi nuove difficoltà non preventivate.
La mia speranza questa volta è che anche tecnicamente io possa fare un passo avanti, oltre che divertirmi il più a lungo possibile.

Immagine: copyright© Sergio Bonelli Editore

7 commenti:

  1. Bellissima!
    Come d'abitudine un tot di domande:
    non è un po' nera?
    i retini -> effetto Moiré, NO non sull'albo lo so benissimo!
    170 - 5 = 165 -> dai che sei in ritardo!!!
    ;-)

    RispondiElimina
  2. Effetto moirè: forse posso riprovare a caricare la tavola a una risoluzione più alta...
    Troppo nera: perchè domande così non le fa mai nessuno rispetto agli albi di Dylan Dog, ai fumetti di Breccia, ecc.?
    La tavola di questa scena è evidentemente ambientata nello spazio profondo, ed è anche una scena drammatica (lo sarà, ma si può anche ipotizzare, no?): mai visto Blade Runner, Alien? Non sono film un po' troppo scuri?

    RispondiElimina
  3. OK, è la prima volta che vengo accusato di non conoscere Blade Runner e Breccia!
    Poi lo so che va vista nel contesto della storia, da sola è un'altra cosa. Moiré l'ho tirato fuori perché è (o meglio era) un mio nemico personale: saltava sempre fuori quando fotocopiando riducevi, è uno dei motivi per cui non mi piacevano i retinatori compulsivi.
    Non certo riferito al tuo caso quanto al fatto che ognuno si porta dietro tracce del proprio vissuto.
    Tanto per cambiare sono andato fuori tema.

    RispondiElimina
  4. Avendo usato una frequenza di retinatura leggermente più fitta dell'ultima storia l'effetto moirè persiste anche a una risoluzione maggiore, quindi credo che lascerò questa tavola così com'è.
    E no, in stampa non dovrebbero esserci problemi...

    RispondiElimina
  5. Ho provato Manga Studio, ma non so proprio come mettere i retini! Acc... dannaz... malediz...!

    RispondiElimina
  6. Hai provato a cercare dei video su Youtube?, magari c'è qualcosa che possa farti vedere direttamente la procedura, che in effetti a spiegarla a parole non è detto sia comprensibile - in definitiva non è niente di difficile, ma il manuale solo in inglese forse può creare difficoltà.
    Hai provato a leggere il manuale ed eventualmente tradurlo attraverso qualche sito online?
    Io purtroppo non ho tempo di dedicarci un tutorial adesso...

    RispondiElimina
  7. Youtube? Hai ragione... vado!

    RispondiElimina