Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



martedì 5 gennaio 2016

Nuovo anno e navigazione a vista

Non faccio mai propositi per il nuovo anno, tanto meno li farò adesso: il 2016 per adesso è un grosso punto interrogativo - tante cose a cui pensare, nodi da districare, piccole battaglie quotidiane con me stessa. Intanto posso dire di avere un pochino più di tempo - ovvero non ho scadenze imminenti per il lavoro che sto realizzando (una storia di Nathan Never) - cosa che mi permetterà di dedicarmi a fare qualche disegno su commissione (devo ancora organizzarmi un po' per questo nei particolari).
 Di seguito potete vedere un disegno fatto per un'amante delle saghe nordiche (qui la versione a matita).
Ho anche intenzione di vendere qualche tavola dei miei fumetti bonelliani - Nathan Never, ma anche Legs Weaver, Universo Alfa e Gregory Hunter. Per info scrivere a: p.mandanici@gmail.com



Un nuovo inizio: potrei chiamare così la mia prossima (e attuale) esperienza con il computer, porta d'accesso al mondo là fuori e strumento di lavoro; il Mac di cui raccontavo i problemi poco tempo fa è morto - o meglio, ho ritenuto di non doverci spendere la grossa cifra che sarebbe occorsa per resuscitarlo. Dopo aver analizzato attentamente tutte le possibili configurazioni minime che cercavo per un computer che avrei voluto abbastanza performante da subito, ma non troppo costoso, mi sono dovuta arrendere al fatto che Apple non faceva più al caso mio. Con grosso dispiacere ho deciso di tornare a Windows.
Per adesso sto facendo pratica di Windows 10 su un portatile Acer (anch'esso nuovo, perché il portatile di emergenza utilizzato fino ad adesso ha deciso di invecchiare improvvisamente, lavorarci era diventato uno strazio), speriamo bene.
Pur avendo salvato i miei dati su un HD esterno "normale", oltre a quello che usavo per il Mac con Time Machine, qualche dato più recente era presente solo questi due (non importanti comunque). Qualcuno mi ha consigliato un programma per Windows che permette di leggere gli HD formattati per Mac, HFSExplorer (qui la guida per recuperare i file).
Il programma in effetti legge tutti i file presenti in Time Machine, si possono scegliere quelli da copiare, l'unico inconveniente è che non è possibile non seguire le operazioni di estrazione: prima o poi capita l'intoppo, ogni tanto un file deve essere per forza rinominato. Pazienza, lo ritengo comunque un programma molto utile per chi ha l'esigenza di "decodificare" i backup di Time Machine senza un Mac.


Da tempo ero curiosa di mettermi alla prova con un videogioco che mi permettesse di girare in lungo e in largo in un mondo creato dalla fantasia di sviluppatori e illustratori. Il mio problema prima era l'avere il Mac, che in tema di giochi ha meno scelte, ma anche il timore di dovermi impegnare "troppo" in battaglie, assalti, passaggi difficili: volevo qualcosa che mi permettesse di rilassarmi, anche.
Con l'acquisto del portatile nuovo mi sono ritrovata a curiosare nei giochi per Xbox, poi ho scaricato Steam e infine un consiglio mi ha portato a comprare (con poco) The Elder Scrolls V: Skyrim.
Le ambientazioni sono in effetti molto belle e curate, non sono una super esperta o una super appassionata e quindi per me anche le modalità di gioco sono tutte da imparare (poco alla volta, molto lentamente); ho già dovuto consultare una delle tante guide alle missioni che si trovano in giro sul web per superare un paio di punti in cui mi ero bloccata. Se c'è qualche appassionato che vuole darmi qualche consiglio lo ringrazio.

Segnalazioni varie:
con Boris Battaglia spesso non concordo, ma le sue riflessioni sul fumetto sono interessanti e da discutere. Di recente Boris ha rimesso a posto i post del suo blog e li ha pubblicati in un libro (anche ebook): "il peso del fumo - elementi per una controstoria del fumetto".

In edicola gli amanti della linea chiara francese possono trovare la serie di Blake e Mortimer di Edgar P. Jacobs con la Gazzetta dello Sport.

La segnalazione di un interessante libro (Working Methods) che mette a confronto diversi disegnatori con la stessa sceneggiatura.

Su C4comic un'analisi diversa dal solito dell'albo Orfani – Nuovo mondo #1 che inaugura la rubrica Inside Comics


10 commenti:

  1. Sono l'unico che non ha ancora ceduto a Steam...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cos'è, il lato oscuro dei videogiochi? :)

      Elimina
    2. Eh... molto spesso il gioco online fa schifo (almeno a quei giochi che piacevano a me) ma secondo me è pieno di addetti ai lavori che si fingono normali utenti e che alle tue sacrosante proteste rispondo che va' tutto bene...

      Elimina
  2. Ummamma! In bocca al lupo. Sia per Windows 10 (continuo a preferire di gran lunga il 7, anche se nel 10 qualcosa di buonino c'è) sia per Skyrim. Hai cominciato proprio col botto. In giro di dice che ci vogliano più di 100 ore per terminarlo. Hai scelto uno dei titoli più vasti che ci sono in circolazione. Io ci ho provato qualche mese fa. L'ho disinstallato dopo una quindicina di ore giocate perché nonostante la varietà di situazioni e ambientazioni (in questo, secondo a nessuno), dopo un po' risulta ripetitivo.
    Anch'io ho dovuto leggermi qualcosina qui e lì per capire. Mi serviva assolutamente una casa dove posare le mie cianfrusaglie e c'erano solo due soluzioni: sposarsi (!!!) e accasarsi dalle parti della dolce metà oppure rivolgersi al "responsabile" del paese che nessuno sapeva dove fosse.
    A parte piccoli buchetti, però, devo ammettere che come atmosfere e musiche si era proprio dalle parti dell'eccellenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, non lo finirò di certo Skyrim! Nei buchi di tempo mi farò qualche passeggiata tra questi bei paesaggi e mollerò qualche fendente qua e là, ma senza avere alcuno scopo :)

      Elimina
    2. Tanto se mai dovesse uscire un prossimo Elder Scrolls sarà molto a lungo termine, quindi hai tutto il tempo che vuoi per finirlo, Skyrim ;)

      Elimina
  3. Io windows 10 lo avevo installato ma un po' non mi è piaciuto (ho il 7) e un po' mi dava qualche problema di visualizzazione (alcune cose un po' sfocate). Come ti ci trovi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', io vengo da Windows Vista per cui puoi capire che...mi trovo meglio! Il 7 non l'ho mai usato, praticamente. Ci sono delle cose che mi piacciono, e altre ancora che devo capire bene, o che mi infastidiscono un po' (la permanenza di certe finestre, tipo quella del volume, che ci devo ricliccare sopra per farla sparire - ma non so se è dovuto al sistema o al portatile).

      Elimina
  4. L'unico consiglio, cerca di essere "aperta". Se parti con la convinzione che windows fa schifo e che il mac è meglio, niente potrà farti cambiare idea.
    La mia esperienza la sai, ho lavorato (nel vero senso del termine, ero pagato) su mac per più di 4 anni. Dopo il primo momento "wow", che era sopratutto dovuto ad hype generato da altri (tutti dicevano che il mac era molto meglio, tutto un altro mondo, etc), mi sono reso conto che preferivo windows8.1. Ora il 10, che dopotutto cambia poco dal 8.1 a livello d'interfaccia, hanno fatto tanto baccano solo perché ormai il numero 8 aveva una cattiva reputazione. Per dire, io ho settato il menu start come sul 8.1, a pieno schermo. Su un 15 pollici non è male, ci metto tutte le icone e lascio libero desktop e barra.
    Io uso un sacco le combinazioni "windows+x", "windows+d", e "windows+t". E se vuoi ora ci sono anche i desktop virtuali (mai sentito davvero l'esigenza, li usavo poco su osx come li uso poco ora su windows). Dai un occhio a onedrive, hai 30 giga a disposizione, e a onenote (prima usavo evernote, ma onenote mi piace di più. Giusto sta attenta che un tempo c'erano due versioni, la app e l'applicazione desktop. Io mi trovo meglio con la desktop 2016).
    Alla fine potresti trovarti bene. Oppure potresti trovarti male. Ma in entrambi i casi è probabile che ci lavorerai con efficacia. Che poi è la cosa che conta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. izzy se non ero aperta non investivo diverse centinaia di euro per passare a Windows, anche perché spero per un po' di anni di farmi durare sia il pc che userò per lavorare sia il portatile per le emergenze (e i lavori fuori casa).
      Per OneNote: la app non mi funziona bene, non la posso usare, ma quella desktop è inclusa in Office? Io Office non lo scarico perchè so che è a pagamento - o c'è qualcosa che mi sfugge? Peraltro a quanto dice quest'articolo se volessi usare la Note quick action non potrei metetre di default il OneNote desktop. Credo che continuerò a usare come programma principale Evernote, che ha anche le tag, per me molto utili. https://www.thurrott.com/uncategorized/5358/windows-10-tip-choose-the-right-onenote-app

      Elimina