Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



domenica 1 marzo 2009

Un motivo per leggere "Linus"

Da qualche anno è comparsa sulla rivista "Linus" la striscia "Perle ai porci" (Pearls before swine) di Stephen Pastis, una garanzia di buon umore.
Pearls Before Swine

Questa striscia l'ho presa dal sito di Comics.com (ne ho parlato qui) anche se avrei potuto prenderla dal sito on line di "Linus", che ne presenta una selezione.
Protagonisti della striscia sono il cinico e furbo Topo, il candido Maiale, e poi c'è Zebra (con le altre zebre prese di mira dagli stupidi Coccodrilli), i Leoni, ecc. Compaiono anche gli umani a interagire con questi animali resi con tratto semplice ed efficace, ma il punto di forza è il dialogo, a volte surreale e spiazzante, a volte feroce nella critica a certi atteggiamenti della nostra società.
Sui vari siti linkati le striscie sono tutte colorate, su "Linus" sono in bianco e nero (con retini).

In attesa di vedere pubblicate in italiano (si spera) delle raccolte di "Perle ai porci", non rimane che comprare "Linus", cosa che faccio stancamente per pochi motivi; uno per l'appunto è questa striscia, un altro la presenza di "Doonesbury" e di Ralph König (anche se è calato vistosamente nelle cose pubblicate nell'ultimo anno); ho un debole poi per "Monty" (anche di questa striscia aspetto una raccolta) e per la rubrica di recensioni letterarie di Piero Gelli.

4 commenti:

  1. Fantastica questa striscia, ha un sapore quasi orwelliano!

    RispondiElimina
  2. Ohi ohi!, la striscia io non la visualizzo più, nè con Firefox nè con Safari!
    Cercherò di capire cos'è successo...

    RispondiElimina
  3. bellissima questa striscia...possibile che non esca una raccolta?

    RispondiElimina
  4. Per adesso niente, sicuramente non in italiano. Però è anche vero che è una striscia relativamente nuova in Italia, magari basterà avere un po' di pazienza ed aspettare (un anno? due? chi lo sa...).

    RispondiElimina