Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 24 ottobre 2013

Fumetti: novità, siti, ricordi

Di "Orfani", la nuova testata a colori della Sergio Bonelli Editore, si sta parlando un po' dappertutto - complice anche l'attivismo di Roberto Recchioni che vorrebbe far conoscere l'albo anche a chi solitamente è un po' lontano dai gusti bonelliani (o anche chi legge pochi fumetti).
Il risultato prevedibile è quello di esporsi molto e di attirare le attenzioni di tutti, non solo il pubblico a cui potrebbe essere rivolto il fumetto (peraltro in parte del tutto sconosciuto e imprevedibile), ma anche quelli che aspettano al varco ogni nuova pubblicazione Bonelli per poterne poi (s)parlare secondo i propri gusti e umori. Tutto normale, cori di entusiasti, cori di delusi, cori di incavolati, e poi opinioni più equilibrate ed attendiste - in giro in effetti si trova un ampio spettro di commenti.
Vorrei segnalare qualche post in cui si mettono in rilievo alcune cose di Orfani, non sempre prese in considerazione da quel tipo di lettori che si aspettavano una cosa ben precisa (ed evidentemente non l'hanno avuta): qui un intervento di Laura Scarpa molto "tecnico", sia sulla copertina che sul primo numero - come dice lei introduttivo (ma da molti è stato giudicato come fosse una storia singola: quindi banale, troppo veloce, con psicologie poco approfondite, ecc. - in metà albo praticamente vengono presentati almeno 8/9 personaggi principali, difficile per chiunque dare già un ritratto approfondito di ognuno, ma vabbè...); qui il sempre equilibrato Luigi Bicco aggiunge altre considerazioni che mettono a fuco altri aspetti - prezzo, omaggi (e non "copia", ma su questo molti altri dissentono), e il fatto che questa uscita non è "un miracolo", né una rivoluzione nel fumetto italiano (molti forse hanno confuso una campagna pubblicitaria inusuale per la Bonelli con proclami di chissà cosa); qui ancora si parla sulle aspettative che si erano create, e sulla pretesa di originalità.
Di mio vorrei dire tante cose ma evito, non ho voglia di entrare all'interno di discorsi che lascio ad altri essendo troppo coinvolta nell'argomento. Dico solo una cosa però: leggo di troppa gente che mette a confronto le pere con le mele - a volte è semplice ignoranza, a volte no, e questo mi sorprende sempre un po' (solo un po', non sono così ingenua).

E' nato da poco un nuovo sito di informazione fumettistica: Fumettologica. Il direttore è Matteo Stefanelli, che abbandona quindi il suo blog Fumettologicamente.
Tra i tanti articoli, interviste e anteprime da segnalare su Fumettologica mi preme linkare due articoli che ricordano Luigi Bernardi, scomparso pochi giorni fa: questo in cui viene ricordato da Vittorio Giardino, e questo in cui si racconta un po' cosa ha fatto per il fumetto italiano.
Io l'ho conosciuto davvero poco e in un'altra epoca, quasi, quella in cui era attiva la Granata Press - ne ho raccontato brevemente un po' qui; quello però che non ho raccontato, credo, è che in quel periodo Luigi Bernardi aveva letto i layout di 4/5 storielle della mia serie "Hotel" (qui ce n'è un esempio, uscito sulla rivista Schizzo) e gli erano piaciuti, mi aveva consigliato di accorciare gli episodi di una tavola (o di allungarli di una, non ricordo più bene), avrebbe voluto pubblicarli sulla rivista "Nero". Io in effetti ci lavorai un po' su, ma poi la rivista chiuse, e poi anche la Granata, e di quel progetto non se ne fece più nulla. Ero ancora una disegnatrice (e autrice, anche se per poco) molto acerba, ancora ripenso alla fiducia che comunque Bernardi mi diede in quel caso, alla gentilezza dei suoi modi, alla curiosità che aveva verso tutto.

Notizie varie:

  • Tra una settimana c'è Lucca, e io non ci sarò come al solito, però ci andranno un sacco di fumettisti e ci saranno molte belle uscite - tra le altre l'imperdibile volume de "Il Dottor Oss" di Mino Milani e Grazia Nidasio: le info sul blog di Comicout.
  • Nell'ultimo mio post ho parlato dei problemi con le immagini caricate su Blogger (in realtà su tutti i servizi Google); una delle persone che ha affrontato e risolto il problema è stato il disegnatore Davide De Cubellis: colgo l'occasione per segnalare il suo blog
  • Luigi Bicco scova un altro interessante disegnatore: Feng Zhu Design.
  • Non è un fumetto ma animazione stile Wallace and Gromit - ed infatti il creatore è lo stesso: sono i video di Creature Comfort (peccato che non capisca quasi nulla di quello che dicono - sono divertenti?).


Nessun commento:

Posta un commento