Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



sabato 28 maggio 2016

Incontri e firme all'Arf! Festival

Le due giornate da me passate all'Arf! Festival (il 21 e 22 maggio) sono state graziate da un tempo splendido - e non so se questo ha contribuito a un afflusso di pubblico minore di quel che ci si aspettava (almeno così mi hanno riferito).
Il luogo dove si è svolto il festival è un ex mattatoio storico, un luogo vasto (parzialmente in ristrutturazione in alcune sue parti) e architettonicamente affascinante ma che suscita anche qualche riflessione non allegra quando si osservano ganci, vasche e altri elementi di cui è facile immaginare l'antico uso.


Di là vasche e ganci, dall'altra parte gli stand
Belle le piccole 3 mostre che si affacciavano proprio di fronte alla fila di stand dove era situato quello della ComicOut -  di Leo Ortolani, Rita Petruccioli, LRNZ (a proposito di quest'ultimo mi chiedo perché ci sia così tanta differenza tra le stampe splendide di Golem lì presenti e quelle invece pubblicate nel libro cartaceo - non è solo una mia impressione).
Laura Scarpa a sostegno della presentazione del mio libro (Cronache dall'Ombra, ordinabile qui) ha provveduto a far stampare dei cartoncini con una delle figure della copertina e poi anche delle grandi stampe quadrangolari di un disegno che feci tempo fa contro l'omofobia.
Non saprei dire se si sono vendute le copie del libro che ci si aspettava, ma devo confessare che diverse di queste sono state acquistate da cari amici! Io comunque ho l'impressione di aver passato ore e ore a disegnare dediche, cosa che mi ha fatto anche capire come mi piaccia usare i pennelli ricaricabili e di come vorrei disegnare qualcosa tutta così, libera nel formato e nel segno (e chissà cosa, e chissà se ne avrei il tempo).

Laura Scarpa allo stand ComicOut (notare il discreto poster alle sue spalle con la mia Legs!)

Me al lavoro sulle dediche
Questo esercizio di disegnare davanti a un piccolo pubblico (quando c'era) mi è stato utile per superare la mia timidezza - fino a poco tempo fa avevo molte difficoltà a fare questo, non mi piace molto essere osservata mentre disegno. Prossimamente: superare l'imbarazzo di parlare davanti a un pubblico (ho diversi inviti a presentare il mio libro, e quando avrò le conferme e i link ne parlerò qui nel blog o su Facebook).
Accanto allo stand ComicOut c'era quello del Centro Fumetto Andrea Pazienza, quindi si sono fatte delle belle chiacchiere con Michele Ginevra (ricordo che i miei primi fumettini sono stati pubblicati proprio dal Centro - e sono inclusi nell'antologia ComicOut).
Sono passate a trovarmi anche Susanna Scrivo e Julie Maroh - che avevano partecipato all'incontro "La distanza da Angouleme - Come, escludendo la presenza delle autrici, il più importante festival europeo ha perso anche tutti gli autori" (non ho potuto ascoltare tutto il dibattito causa miei impegni allo stand); nell'occasione ho scoperto di non aver ancora letto il libro di Susanna "Nuvole e arcobaleni. Il fumetto GLBT" - ho rimediato prendendolo in pdf, lo comprerò cartaceo alla prossima ristampa aggiornata.

L'incontro con Julie Maroh, Susanna Scrivo, Laura Scarpa, Michele Ginevra, Rita Petruccioli

Il bellissimo "totem" dei Conigli Bianchi che lottano contro la sierofobia
L'idea di fare un festival concentrato sul fumetto - senza perciò le distrazioni di cosplayer, giochi, gadgets e altro - è naturalmente molto allettante per gli addetti ai lavori e i veri appassionati, solo che il rischio è quello di essere un po' autoreferenziali. Tuttavia tra la marea di mostre mercato e festival di massa l'Arf! festival ha il suo perché, non ce n'era uno simile, spero che nel futuro continui a organizzare dibattiti interessanti e belle mostre (ho dimenticato di menzionare la mostra di Hugo Pratt Incontri e passaggi, davvero bella).
In un corridoio della struttura adiacente l'entrata era presente la Self Arf!, la parte riservata al fumetto indipendente e autoprodotto. C'erano tante cose interessanti ma ho preso solo 3 volumi (pensando anche al mio ritorno in treno già carica di bagagli), li vedete in foto (Krisma, Mammaiuto, Cardo/Decumano).
In un angolo vicino l'entrata invece era presente il "totem" dei Conigli Bianchi, associazione che cerca di combattere gli stereotipi sui sieropositivi ("Noi conigli siamo stanchi che di Hiv si parli poco e male. Vogliamo cominciare a farlo noi. Con i fumetti. Contro i tabù. Usciamo dalla tana."). Li trovate anche su Facebook.


Ringrazio Laura Scarpa e Sal Tascioni per l'ospitalità e l'assistenza, ho passato due giornate piene di fumetti e disegni, cosa chiedere di più?


2 commenti:

  1. Nuvole e arcobaleni a me era piaciuto tantissimo!

    RispondiElimina
  2. Ho appena iniziato a leggerlo e penso che piacerà molto anche a me :)

    RispondiElimina