Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 16 luglio 2009

Altre utili estensioni di Firefox


Per chi passa molto tempo sul web il browser Firefox aiuta a organizzare e personalizzare il proprio "lavoro" in moltissimi modi grazie ai suoi "addons", o componenti aggiuntivi. Molti li scopro per caso su segnalazioni lette in giro sui siti - e se ne producono sempre di nuovi.

Qui parlo delle mie ultime tre "scoperte", che sto utilizzando con soddisfazione:

"Xmarks" serve per chi utilizza molto i segnalibri e magari utilizza più di un computer. Per trasferire i propri segnalibri su altri computer di solito si può utilizzare l'opzione di esportazione e reinstallo, ma se poi aggiungiamo altri segnalibri? Rifare la stessa operazione più volte può risultare seccante. Con "Xmarks" praticamente i nostri segnalibri vengono salvati on line (protetti da una password) e sincronizzati quando vogliamo (un'icona si installerà sulla barra inferiore di Firefox, a destra). A ogni aggiunta di nuovi segnalibri non bisognerà far altro che cliccare sull'icona di "Xmarks" (che di solito ci avvisa se c'è qualcosa da sincronizzare).
"Xmarks" ha la possibilità di sincronizzare anche le varie password per accedere ai nostri vari servizi, ma ho deciso di non utilizzare questa opzione - quando si tratta di password l'unico luogo sicuro mi sembra il quadernetto di casa mia.

"Scribfire" è rivolto agli utilizzatori di blog, è un'estensione che permette di scrivere i propri post senza per forza accedere nel proprio blog. La cosa che più mi piace è che si apre una mezza finestra - allocata nella parte inferiore delo schermo - su cui possiamo scrivere avendo sott'occhio la pagina web che ci interessa (o ci ispira, o da cui traiamo delle citazioni o informazioni utili al post, trascinabili tramite "drag and drop").
Sul sito di "Scribfire" ci sono consigli su come sfruttare al meglio l'estensione, ma è in inglese. Per i poco avvezzi segnalo l'implementazione del servizio di traduzione di Google, che adesso permette di tradure anche documenti caricabili dal pc oltre che pagine web intere: e per ovviare agli inevitabili errori di traduzione (che adesso mi sembrano diminuiti) si potrà subito confrontare l'originale, che vedremo sulla parte sinistra della pagina, alla stessa altezza del testo tradotto a destra.

"Auto save-text" serve a chi scrive spesso commenti o testi on line, e che qualche volta è rimasto deluso da un crash improvviso o dalla non accettazione (per vari motivi) del testo appena scritto, perdendolo tutto. In pratica questo componente aggiuntivo fa sì che, ritornando sulla pagina collassata, noi ritroviamo il testo scomparso. Utile, ma questo comporta che ogni tanto prima che usciamo dalla pagina su cui abbiamo scritto compaia una finestra che ci chiede se siamo sicuri di farlo; se inizia a diventare fastidioso su certi siti allora nelle preferenze si potrà inserire l'Url del sito in questione in una sorta di "blacklist" che lo escluderà dall'azione di "AutoSaveText".

4 commenti:

  1. Ottimo. Però il traduttore di Google (che io uso) a volte prende delle cantonate epiche. Va bene se conosci un po' la lingua, anche solo perché simile ad altre (ad es. l'olandese) o non hai speranza (giapponese). Ma è da usare sempre per tradurre in italiano e prendere con un tot di scetticismo. Va detto che per uno che si ricorda il SYSTRAN di una volta sono stati fatti passi da gigante.
    Io mi aspetto tra qualche tempo un traduttore affidabile per telefoni cellulari: ognuno parla e sente nella propria lingua (come al solito non funzionerà con il piemontese). Ci stanno lavorando, credo ci sia del materiale anche nel web.
    Ops! sono uscito fuori tema, as usual.

    RispondiElimina
  2. Sì, il traduttore di Google va preso con le pinze, ma per chi si imbatte in rete su spiegazioni su come devono funzionare certe cose (programmi, iscrizioni, ecc.) va bene anche una conoscenza approssimativa del senso di ciò che è scritto; meglio appunto se si conoscono le basi dell'inglese.

    RispondiElimina
  3. quello scribfire è fantastico

    RispondiElimina
  4. Allora lo utilizzi, Vaal?
    Pensavo fosse un po' la mia immaginazione a farmelo sembrare utile...

    RispondiElimina