Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



domenica 19 luglio 2009

Le avventure di un eroe degli anni 70



Ancora dai miei "archivi" fanciulleschi posto su Google foto l'album  che contiene due avventure (due e mezzo) di "Bug Devis", eroe che sembra un po' un Indiana Jones ante litteram , un po' un capitan Kirk contemporaneo, e un po' Tex Willer.
Il quaderno del draghetto Grisù su cui è presente il fumetto data 1975 (avevo 10 anni circa), sicuramente facevo la prima media.
Al solito è disegnato direttamente a penna biro, che poi forse perdevo recuperandone di altri colori.
Divertente trovare tutte le fonti variegate da cui attingevo per la trama: telefilm, film, fumetti - tutto mischiato nel calderone della mia fantasia.
Queste storie non le facevo vedere quasi a nessuno, le disegnavo per puro divertimento.
Fumetto über alles!

4 commenti:

  1. Bello aver conservato i quaderni vecchi.
    Ma hai ragione, erano già da pubblicare.
    Però a questo punto una domanda: eri über-monomaniaca o copiavi o cosa?
    Se eri autodidatta non ho parole, vero che Mozart a quattro anni... ma aveva il papà che aveva.
    Mi affascina Bug, con i baffi e i capelli biondi.

    RispondiElimina
  2. No, quando dico che sono quasi professionali intendo che sono già disegnati con quello spirito (indipendentemente dalla qualità), anche se fino ai 27 anni non avrei mai immaginato che mi avrebbero pagato per pubblicare i miei fumetti.

    Le storie sono farina del mio sacco - ma evidentemente gli elementi singoli sono presi dalle cose che vedevo a quei tempi, e che poi rimescolavo inconsciamente nella mia testa.
    Non amavo copiare, mi piaceva disegnare nuove avventure.
    Autodidatta, sì, sono nata col fumetto nel sangue, non so da cosa dovuto, dato che nè parenti nè amici avevano questa passione.

    RispondiElimina
  3. Quello che è impressionante è che è professionale il modo di disegnare: campi lunghi, primi piani, particolari. Per questo parlavo di "copiare". Se hai imparato da sola brava. Fai un confronto con i ragazzi di 10 anni e i film degli anni 10 (ok questa data l'ho buttata lì perché suonava bene).
    Poi disegnare con la biro sul quaderno, ci vuole coraggio. E il segno è buono, deciso, guarda il cap. Gerard!
    Mi sa che riprendo a leggere fumetti. Anzi seguo regolarmente alcune striscie sul web; cosa ne pensi di:
    1) Calvin & Hobbes http://www.gocomics.com/calvinandhobbes/2009/07/19/
    2) xkcd http://xkcd.com/
    che sono (volutamente/perfidamente) diversi dal tuo genere.

    RispondiElimina
  4. Di Calvin e Hobbes posseggo tutti i volumi in italiano - quindi penso si capirà che mi piacciono molto.
    L'altra striscia non la conoscevo, ci ho dato un'occhiata al volo, l'inglese lo capisco così così, quindi non posso dare un giudizio preciso.

    RispondiElimina