Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 9 luglio 2009

Varie - 3

1. Da qualche tempo ho il mio angolino pubblico su Facebook (ne ho parlato qui), e forse qualche mia perplessità si è attenuata: ogni cosa ha bisogno di tempo per essere capita ed usata per le proprie necessità. Una delle cose che mi piace di Facebook è che spesso possiamo usufruire dei consigli di "lettura" di amici che magari non ci capita di incontrare spesso, e le cui "dritte" quotidiane andrebbero inevitabilmente perse. Grazie a una segnalazione su Facebook ho scoperto questo "tumbrl" del bravissimo disegnatore Fabio Visintin: con voi condivido questo link.

2. Sul web c'è un "mio" piccolo sito, di quelli precostituiti forniti da Alice, su cui deve essere capitata non so se per caso o per ricerca mirata una signora che collabora con un nascente sito/blog che presenterà interviste a dei "creativi italiani". Sono stata da lei contattata e il risultato è l'intervista che si trova qui.
Oltre a me per adesso vedo comparire  solo l'intervista a Marco Dominici - illustratore e fumettista; d'altronde il sito ( "L'ombra del cammello") è ancora in fase beta.

3. Senza volerlo adesso ho un account su "Tumbrl" anche io. Volevo solo seguire il tumbrl di Visintin, ma per diventare una "follower" dovevo iscrivermi; così facendo  mi sono resa conto solo all'ultimo di avere creato un mio "tumbrl" - d'altronde è facilissimo.  Più difficile è districarsi nella varie opzioni, e capire come usare al meglio questo mezzo di comunicazione. Mah!, d'accordo che sono curiosa, ma proprio per questo ho paura di perdere tempo solo per esplorare questa nuova "cosa".


3 commenti:

  1. Bella intervista, semplice ma sincera, mi ha fatto molto piacere leggerla.
    Come non condividere peraltro la passione per i maestri citati? (però il fatto che non ti piaccia Miller... ;-)

    RispondiElimina
  2. Non è che proprio non mi piaccia - riconosco che è un grande autore, e ho molto apprezzato Sin City (anche se poi si è ripetuto troppo) e il suo lavoro sulle grandi icone del fumetto, ma poi "300" mi ha fatto riflettere sulla sua visione del mondo, e davvero o non l'ho capito oppure mi sento molto lontana da quella retorica testosteronica...

    RispondiElimina
  3. Sì, ma comunque il mio era un affondo ironico, ci sta perfettamente che non piaccia. Io non ho letto (ancora) "300" (diciamo che al momento mi è bastato il film), lo apprezzo soprattutto per il lavoro sulle grandi icone del fumetto che citi (Devil soprattutto).

    Chissà, magari un giorno leggero "300" e ci troveremo d'accordo :)

    RispondiElimina