Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 13 settembre 2012

A spasso per il quartiere


L'albero-serpente l'avevo già postato da qualche parte, su Tumbrl mi sembra, ma non si vedeva così bene come in questa foto (Parco della Chiesa Rossa).


L'angolo degli alcolisti davanti al Lidl.


Il carrello a spasso nei posti più strani è una tradizione di quartiere (qui siamo davanti a un asilo).


Questo invece è l'angolo che avevo fotografato con il frigorifero e altri oggetti; adesso questi non ci sono più, in compenso stanno crescendo dei rigogliosi cespugli, proprio vicino all'ingresso posteriore del Lidl.


L'angolo della spazzatura selvaggia dietro il Mercato Comunale.


Scarpa vintage.


Se ingrandite la foto potrete leggere meglio ciò che c'è scritto. Solo in Italia è necessario aggiungere un avviso minaccioso per cercare di far rispettare il già chiaro cartello che indica il posto riservato ai disabili.


Ogni volta che ci passo davanti mi dimentico per un attimo che è una dannata statua incatenata nei pressi di un cancello che è sempre chiuso. E' alta circa un metro e sta lì da quando mi ricordo (quindi più di un decennio).

7 commenti:

  1. Hai tutta la mia comprensione!
    I posti riservati ai disabili, il parcheggio alla fermata dell'autobus, la spazzatura per strada, ...
    Ha ragione l'albero, ma sarà lunga (e ci sono le montagne).

    RispondiElimina
  2. Un bel quartierino nel complesso, ma liberate quel nano...

    RispondiElimina
  3. Non so cos'è più inquietante tra il cartello per disabili e il nano incatenato... Pazzi, siamo in un Paese di pazzi ;-)

    RispondiElimina
  4. @Juhan: :))
    @Felipegonzales: il quartiere in sè non sarebbe male (anzi, ci sono anche dei begli edifici e cose come la biblioteca del parco della Chiesa Rossa, o anche le case popolari dello Stadera ristrutturate che sono davvero belle), solo che da un po' di anni la fauna umana è peggiorata - una volta ero contenta di stare in un quartiere popolare, con la sua vivacità e varietà, adesso molto meno: sarà l'età, ma vedo le cose in maniera un po' diversa.

    RispondiElimina
  5. Tutte immagini familiari, siamo più o meno vicini di casa. A parte qualche orrore da demolire senza esitazione, il quartiere non è malaccio, ma il dannato nano dove si trova?
    Un bacione
    gastone

    RispondiElimina
  6. Ciao Gastone:), in realtà a rigore il nano non è nel nostro quartiere ma in quello di Torretta, al di là del Naviglio, in via Fra' Cristoforo - che però in via d'aria m'è più vicino di Piazza Agrippa, per dire.

    RispondiElimina