Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 6 settembre 2012

Varie - ma più che altro fumetti, libri, amici

Nel post precedente ho messo dei link riguardanti le Paralimpiadi: qui sul sito del "Boston" ci sono delle bellissime foto nella loro consueta gallery "The Big Picture" (notare quella di Assunta Legnante che ha scelto di mettere sugli occhi una mascherina stile Diabolik!).

Il gruppo di Teiera presenta un progetto di libro componibile per bambini e non, se il progetto ci interessa possiamo sostenerlo con una sottoscrizione (ormai sul web questo modo di "autofinanziarsi" sta veramente prendendo piede, Verkami ne è un esempio, Kickstarter forse è quello più noto).

Il Festival della Letteratura di Mantova è iniziato, non lo sto seguendo molto ma qui c'è uno Storify che potrebbe aiutare (di cosa è Storify avevo parlato tempo fa).

Del progetto V!P ho già parlato, anche perché in qualche modo ci sono entrata dentro come ospite (!): adesso tutta la prima parte della storia a fumetti è possibile averla in un comodo pdf o cbr da scaricare gratis. Luigi Bicco ne parla in questo post che rende merito al progetto, io invece linko la parte che mi ha riguardata da direttrice de l' Eco del Potere (c'è da dire che nella realtà Milou è uno di quei cagnetti che non mangiano la carta o distruggono gli oggetti - per fortuna!).

A ottobre sbarcano nelle nostre librerie le Edizioni Diábolo, in arrivo da Madrid. Copio e incollo dal loro comunicato stampa:
Diábolo pubblica [...] fumetti in Spagna dal 2006 e negli Stati Uniti dal 2009; oggi ha già un catalogo di circa 200 titoli, posizionandosi tra le più importanti case editrici di fumetti spagnole.
I primi 3 titoli scelti per l’esordio italiano sono rappresentativi della qualità e della varietà delle proposte di Diábolo:  
Marmocchi, di Lorena Canottiere, raccoglie finalmente le strisce dell’autrice torinese apparse dal 2009 sul seguitissimo blog Ça pousse e sulla rivista ANIMALs; con i piccoli protagonisti di queste sorprendenti ed esilaranti strisce impareremo a vedere il mondo da un nuovo punto di vista, un po’ più “basso” certamente, ma sicuramente acuto e stimolante! Un grande lavoro di giornalismo dal basso quello che Lorena realizza raccogliendo direttamente le parole dei piú piccoli mentre dicono la loro sul pazzo mondo in cui si trovano a crescere… 

Miao, di José Fonollosa, è uno dei più grandi successi degli ultimi anni in Spagna; nato come web-comic, Diábolo ne ha fatto un libro elegante e divertentissimo, imperdibile per i moltissimi amanti dei gatti, ma non solo. José è capace di raccontare con grande ironia e sensibilità i piccoli inconvenienti e le grandi emozioni che derivano dal condividere il proprio spazio con un animale domestico, nel suo caso due gattine davvero speciali! 
La macelleria, di Bastien Vivès, è un piccolo grande capolavoro di questo genio del fumetto contemporaneo europeo; una storia perfetta per essere raccontata dal suo tratto minimale e insieme penetrante, dal suo stile delicato e insieme intenso: una storia d’amore che raccoglie tutte le storie d’amore, l’esperienza intima e dolorosa di un amore che finisce.  
 Sostengo molto il libro di Lorena non solo perché è mia amica ma anche perché ha veramente creato una striscia molto bella, era veramente un peccato che rimanesse "confinata" nel mondo virtuale del web (che a noi abituali frequentatori sembra il centro del mondo, ma non è così - almeno in Italia).
Regalatelo ad amici e parenti, li farete contenti.
Alle neonate Edizioni Diábolo auguro un bel viaggio nel periglioso mare dell'editoria nostrana!

In edicola potete trovare il numero 115 di Urania Collezione, "Crociata spaziale" di Poul Anderson; lo segnalo perché contiene un racconto di Sergio Donato, "Non gli occhi di suo padre", e Sergio è uno scrittore molto bravo a cui tempo fa ho prestato/regalato un'illustrazione per una sua raccolta di racconti, "E' qui che dobbiamo stare", che poi ha trovato una strada ulteriore per farsi leggere con le edizioni Wepub. Le prime pagine che ho letto del suo racconto sono ricche di fascino, del tipo di fantascienza che preferisco; spero che prima o poi affronti la lunghezza del romanzo, e di questo genere!

Emanuele Tenderini torna a condividere le sua tecnica coloristica digitale con tutti noi: qui la prima parte di un interessante tutorial, qui la seconda, qui la terza.

Dal sito di ComicOut la notizia che Trondheim ha anche un Tumbrl.

Esce in ebook il libro di Davide Barzi "Le regine del terrore - Le ragazze della Milano bene che inventarono Diabolik"; in digitale non c'è l'apparato iconografico, ma il costo è decisamente conveniente.

Avevo altri link da inserire alla rinfusa ma sono stanca! A chi era in pena per Milou: si è ripresa del tutto, oggi finalmente ha avuto fame dalla mattina, è bella vispa, unica nota dolente è la conferma che i suoi problemi a salire le scale e camminare più del dovuto sono dovuti all'anca, a un inizio di artrosi: è l'età.

3 commenti:

  1. Un sacco di link interessanti come al solito. E con l'annuncio di un tumblr di Trondheim, non sai quanto mi hai fatto felice.

    "Crociata Spaziale" di Poul Anderson l'avevo già adocchiato in edicola e sembra uno dei suoi romanzi più riusciti. E sul blog di Urania ho letto che il mese prossimo tocca a "Paria dei Cieli" di Asimov. Altro bel libro. Se sei in cerca di letture sci-fi bizzare, in edicola questo mese c'è pure l'Urania (non Collezione) di David Ambroce, "L'uomo che credeva di essere sé stesso". Di cose belle da leggere ce ne sarebbero, eh. Ma, come al solito, di tempo no :)

    RispondiElimina
  2. Grazie, Patrizia. Ogni tanto mi trovo a ringraziare il giorno in cui ti ho incontrata in rete. Ti seguo sempre, anche se commento poco. Resto un abile osservatore. :)

    RispondiElimina
  3. @Luigi: In effetti quello di Ambroce mi incuriosiva, ci darò un occhio; e "Paria dei cieli" mi sembra che non l'ho letto, e i romanzi di quel ciclo mi sono piaciuti molto. La mancanza di tempo è la nostra ossessione, temo...
    @Sergio: lo so, lo so che mi leggi, e grazie a te per il bel racconto:)

    RispondiElimina