Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



martedì 11 settembre 2012

Novità nel settore degli eReaders

Tutti gli interessati alla lettura digitale si saranno accorti del fermento di queste ultime settimane soprattutto nel settore degli ebook readers. Per chi non ne ha ancora acquistato uno e stava aspettando un momento favorevole io direi che è il caso di buttarsi, i modelli proposti sono molto interessanti e i prezzi sono i più abbordabili di sempre.
I riflettori al solito sono sempre rivolti su Amazon e i suoi Kindle: il 6 settembre Jeff Bezos ha presentato i "fantastici quattro Kindle",  un Kindle Fire da 7 pollici, un Kindle Fire HD da 7 pollici, un Kindle Fire HD da 8.9 e il Kindle Paperwhite, l'unico dei 4 ad inchiostro elettronico (che è quello che mi interessa di più, tra l'altro).
In realtà contemporaneamente a queste nuove uscite c'è un aggiornamento del Kindle "base", quello che fino a pochi giorni fa veniva venduto a 99 €: adesso costa 79 € e ha alcune migliorie per quanto riguarda la velocità del cambio pagina e nella definizione dello schermo - soprattutto ha delle nuove font tra cui scegliere, mentre il modello precedente ne ha solo una (una pecca non da poco, a me non piace ad esempio la font scelta - ma ne parlerò ampiamente in altro post). Se non avete bisogno di prendere lunghi appunti e non bramate il touch secondo me questo è il modello ideale per un lettore alle prime armi: questo se non vi fate fermare dal sistema "chiuso" di Amazon, che col suo formato proprietario costringe a comprare sul suo sito (se invece trovate ebook non protetti di qualsiasi tipo, gratis o a pagamento, potete convertirli ad esempio con Calibre e inviarli senza problemi al Kindle, con un copia e incolla da collegamento Usb col pc, oppure via wifi).
Tornando ai nuovi Kindle per adesso in Italia sono ordinabili i primi due citati sopra, mentre quello a inchiostro elettronico, il Paperwhite, non si sa quando arriverà (si spera entro fine anno). Quest'ultimo a me pare molto interessante per la tecnologia usata per l'illuminazione (non una retroilluminazione come per i tablet come i Fire o come l'iPad, per fare un esempio). Qui e qui ci sono un paio di post che spiegano i dettagli tecnici di questa tecnologia, e qui anche un video che mi sembra illustri abbastanza bene  le qualità di questo reader.
Negli Usa il Paperwhite è in preordine al prezzo di 119 $ (con pubblicità inserite - non all'interno dei libri mentre si legge - mentre senza costa 139 $), e non ho idea quanto verrà in euro una volta arrivato in Italia, ma secondo me per chi ha pazienza questo mi sembra davvero l'ereader ideale per chi vuole leggere con comodità in tutte le condizioni di luce.
L'illuminazione sugli eReader ad inchiostro non è una novità, anche il Kobo Glo e il Nook Touch GlowLight ce l'hanno, ma quello del Kindle mi sembra quello più efficace - o almeno quello che preferirei se poi si dimostrerà davvero come appare nei video.
I reader Kobo e Nook a breve saranno disponibili anche per il mercato italiano per rivaleggiare con i vari Kindle. L'arrivo del Kobo Touch si deve alla collaborazione con la Mondadori (e qui si può anche acquistare online con prezzo che è stato ribassato). I Kobo però si presentano in diversi nuovi modelli (Glo, Mini, più il tablet Arc), e qui ce n'è un esempio (leggete bene le specifiche per fare confronti anche con i Kindle o i Nook, specialmente la durata della batteria, la risoluzione, il contrasto; da dire che i Kobo leggono sia gli epub che i mobi).
Per chi è interessato al Nook qui c'è un approfondimento (con video) del Nook Touch GlowLight.

I Kindle Fire sono dei tablet, ci si può anche leggere ma come per l'iPad ci sono le app, internet, i giochi, ecc.; la presenza del colore è utile per le riviste e i fumetti, nonché per un uso scolastico.
In questo post  Luca Masali (autore dell'ottimo "I biplani di D'Annunzio") mette in rilievo i limiti degli eReaders, e d'altronde questa dicotomia eReaders/tablet temo andrà avanti ancora per molto, almeno finché non comparirà sul mercato un aggeggio che riesca a far bene tutto, lettura riposante (non retroilluminata) per romanzi, più multimedialità per gli ebook che la richiedono - oltre al resto (internet, giochi, colori, app, scrittura, ecc.).
Per quanto riguarda il colore esistono già pochi e ancora imperfetti (nella resa dei colori) eReaders come ad esempio il Jetbook Color; eReaders di questo tipo però sono ancora molto lontani dagli standard di velocità dei tablet, ed avendo ancora colori un po' slavati possono solo offrire una maggiore varietà visiva per quanto riguarda le riviste e i libri illustrati, ma niente di più.

E la Sony? Non l'ho citata perché mi sembra che nell'ultimo anno quello che è riuscita a produrre è una specie di aggiornamento del Sony PRS-T1, ovvero il T2. Con un prezzo di 10 € superiore al suo precedessore (quasi identico) non so quanto convenga comprarlo, vista anche la concorrenza dei readers delle marche sopracitate.
Naturalmente ci sono diversi altri eReaders presenti sul nostro mercato e che potete trovare anche negli store di elettronica, ma non conosco bene queste marche e per quel che leggo in rete questi da me citati mi sembrano quelli più importanti anche perché si appoggiano su "ecosistemi" molto grandi.

Aggiornamento: qui un articolo approfondito del Kindle 5 con annesso video dell'unbox e del primo avvio.




12 commenti:

  1. Mannaggia. Ho visto il Kindle Fire HD e mi sembra un gran bell'oggettino. Mi chiedo quanto sia davvero necessario a chi vuole solo leggere. Poco, probabilmente. Però forse con i fumetti potrebbe funzionare bene :)

    Certo è che, a differenza della concorrenza, i prezzi restano comunque appetitosi.

    RispondiElimina
  2. Io sull'iPad 2 i fumetti a colori li leggo abbastanza bene, l'ho preso anche per quello; sul 3 col retina display penso sia anche meglio, e così sul Kindle Fire.
    Se non devi leggere per ore di seguito ( a me ormai non capita più) va bene anche per quello, e non solo riviste e pdf, ma anche libri veri e propri; naturalmente sono anche esperienze soggettive, c'è chi dopo 15 minuti di lettura su un tablet si stufa, posso capire, ma per me non è così, una mezz'ora mi passa senza fatica.
    I Kindle hanno prezzi concorrenziali anche perché, come dice Bezos, loro vendono "servizi, non gadget".

    RispondiElimina
  3. Mi sta venendo voglia di un e-reader....si potrebbe partire con il Kindle "da combattimento" giusto per vedere come butta....al momento sono sempre stato frenato per il problema della lettura dei .pdf oltre che dei fumetti a colori...oltre al fatto che io detesto i sistemi chiusi come Amazon.

    Arisio

    RispondiElimina
  4. @Arisio: se non avessi il modo di aggirare il "sistema chiuso" in effetti non so se avrei comprato libri da Amazon (lo facevo da tempo leggendoli sull'iPad). Per adesso comunque bisogna separare le esigenze: solo ebook di narrativa e saggistica con gli eReader, fumetti a colori e riviste su tablet (con misure minime tipo iPad, meglio se più grandi).
    Se leggi pochi romanzi e ti interessano più i fumetti e le riviste allora ti conviene un tablet, che poi al limite ci leggiucchi anche lì i libri - dipende insomma da quanto puoi investire in termini di denaro.

    RispondiElimina
  5. Mah, il kindle o chi per lui sarebbe parecchio utile anche alla mia gentile signora che essendo straniera potrebbe evitare di farsi spedire i libri via mare dal Sol Levante, sebbene questi sia ancora piu' indietro di noi con l'editoria elettronica. Io ho sempre letto moltissimo, ora con l'eta' un pelo meno, pero' mi alletta l'idea di avere la possibilita' di ingrandire i font visto che gli occhi son preziosi oltre alla comodita' di non portarsi troppi pesi dietro in viaggio, in vacanza, in svaccanza...^_^

    Arisio

    RispondiElimina
  6. Ciao Pat, scusami una piccola domanda, per poter disegnare fumetti in digitale può andar bene un pc portatile oppure c'è bisogno di un computer fisso, lo so che i mac sono i migliori ma comunque se puoi indicarmi come devo fare?
    grazie mille....

    Gerardo

    RispondiElimina
  7. @Arisio: anche per me la possibilità di ingrandire il carattere è molto importante, sono un po' cecata, l'età avanza e le cose non andranno meglio :)
    @Antonio: naturalmente tutto sta alle abitudini personali, se il portatile è abbastanza potente da gestire un programma di grafica (lo sono quasi tutti, io ho un Acer normalissimo di 2 anni e non ho problemi a usare Manga Studio, nelle emergenze) e se ha uno schermo abbastanza grande si può fare (e lo si può collegare a un monitor più grande, come ho fatto io con l'Acer che è un 14 pollici e mi è un pochino stretto per disegnare a lungo e con comodità).

    RispondiElimina
  8. Per quelli che stanno facendo un pensierino al nuovo Kindle base (il 5) qui c'è un post con video e commento su questo ereader: http://www.netbooknews.it/amazon-kindle-5-unbox-primo-avvio/

    RispondiElimina
  9. Bel blog, sareste in grado di disegnare delle Spille Bonboniera?

    RispondiElimina
  10. Non ho capito la domanda (o meglio, potrei averla capita, ma dò sempre una possibilità a tutti).

    RispondiElimina
  11. Ok, adesso ho capito un po' di più: non ho tempo per far lavori, nè pagati nè gratis, o forse volevi un po' di pubblicità, l'hai avuta - e fine, eh?

    RispondiElimina
  12. Ti volevo solo segnalare questo articolo di ZeusNews perchè sembra molto interessante e perchè, finalmente, sembra, qualcuno ha capito di cosa si parla :)

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=18253

    RispondiElimina