Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



mercoledì 26 dicembre 2012

Marvin, una app per leggere epub

Nel confronto tra eReader e tablet alcuni articoli recenti parlano dell'aumento di vendite dei secondi a scapito dei primi. Forse molti lettori abituati ad usare tutti i mezzi e i servizi di internet (approfondimenti di articoli, animazioni, tabelle a colori, immagini, ecc.) invece di comprarsi due device, di cui uno dedicato solo ed esclusivamente alla lettura (l'eReader con l'e-ink), hanno iniziato ad optare per un tablet, magari in HD, complice anche l'abbassarsi dei prezzi.
In ogni caso non sono solo io che riesco a leggere anche ebook sui tablet, specialmente se i tempi di lettura non sono lunghi, e specialmente se le app dedicate alla lettura presentano sempre più strumenti per minimizzare gli effetti della retroilluminazione.
Io sull'iPad uso specialmente iBooks e l'app Kindle per leggere ebook, e Pocket per leggere articoli e post che trovo su internet; specialmente le prime due hanno diversi strumenti per personalizzare l'esperienza di lettura, tra cui la possibilità di cambiare lo sfondo scegliendo un color avana o nero (per letture notturne), oppure cambiare la font (e la sua grandezza), o anche lo spazio della cornice della pagina (nel caso dell'app Kindle).
Da poco ho scoperto un'altra app per la lettura di epub senza DRM, Marvin, che per poco tempo è scaricabile gratis (quindi sbrigatevi se volete provarla).
Marvin rispetto ad altre app di lettura ha diversi modi di personalizzare gli sfondi e il carattere, e persino la luminosità, che oltre all'intensità presenta la regolazione del contrasto e della temperatura (se si vuole un colore più caldo o più freddo).


I colori della "carta" possono essere i più vari, così come quelli delle font; inoltre si può cambiare l'interlinea, il margine e il tipo di giustificazione.
Quando iniziamo a leggere possiamo impostare una specie di avviso che può apparire dopo 15 minuti, mezzora o un'ora; inoltre quando abbandoniamo la lettura possiamo sapere (se vogliamo) per quanto tempo abbiamo letto.
Altra caratteristica molto utile è il collegamento a Dropbox da cui possiamo scaricare i nostri ebook, se li abbiamo salvati lì.
Naturalmente Marvin ha i segnalibro, la funzione di annotazione, sottolineatura, definizione di un dizionario (per i testi in inglese): quest'ultimo è attivato quando si imposta per una volta la lingua dell'iPad come inglese (si va nelle impostazioni generali, poi si sceglie Internazionale), poi se si torna al settaggio con la lingua italiana il dizionario continua ad apparire se si selezionano le parole (ringrazio Kris del supporto di Marvin  - molto gentile - che mi ha risposto prontamente e mi ha spiegato la procedura).


Una funzione particolare è quella chiamata "Deep view", che consiste nell'analizzare tutto il libro generando un elenco di nomi, posti, ecc. e la loro ricorrenza nel libro; queste possono essere visualizzate in ordine di apparizione, alfabetica, importanza, ecc. Possiamo anche generare dei brani dove appaiono alcuni termini ed esportarli via mail. Gli stessi termini possono essere cercati via web o direttamente su Wikipedia.
La funzione di "Auto Summary" elenca i brani con i "nomi" e poi li esporta come ebook nella libreria; qui una volta scaricata la app abbiamo già installati gli ebook in inglese del Conte di Montecristo, Cuore di tenebra, La metamorfosi di Kafka e un racconto di Jack London.
Marvin ha anche la possibilità di settare alcune gesture per abbassare o alzare la luminosità, e soprattutto per saltare di 5 o di 10 pagine avanti e indietro nell'ebook.
Gli ebook possono essere importati tramite iTunes, Dropbox, o anche via mail.
Qui il sito di Marvin dove sono spiegate più chiaramente le caratteristiche della app.

Nessun commento:

Posta un commento