Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



mercoledì 5 marzo 2014

Socializzare (con limiti e domande): Linkedin, Facebook - e anche Manga Studio!

Dopo una semplice ricerca sui gruppi di Facebook ho constatato che nessuno aveva ancora creato un gruppo in italiano che parlasse di Manga Studio; ho pensato che avere un punto di riferimento dove poter scambiare informazioni e "dritte" su questo programma fosse più semplice che scrivere in privato a qualche disegnatore nostro conoscente sperando che avesse la soluzione ai nostri piccoli problemi (funzioni che non si trovano, tool che non funzionano, dubbi su come realizzare alcune cose).
Il gruppo si chiama "Manga Studio Italia" e per adesso sono io l'unica amministratrice (mi piacerebbe essere affiancata da almeno un'altra persona, di mia conoscenza, per le volte in cui sarò assente a lungo dalla rete: nonostante il gruppo sia "aperto" - e forse proprio per questo - c'è sempre la possibilità che qualcuno posti cose non pertinenti o spam).
Anche l'immagine del gruppo è stata da me realizzata in fretta, se qualcuno ha idee migliori si può cambiare.
Divulgate la notizia a chi sapete interessato al disegno digitale, più si è nel gruppo più possibilità ci sono di scambiarci notizie utili e soluzioni ai tanti piccoli dubbi e problemi inerenti l'uso del programma (o anche alle differenze con Photoshop).

Sempre a proposito di Facebook mi capita (come a tutti credo) di ricevere molti inviti a cliccare su "mi piace" a pagine ed eventi di vario tipo. Spero non si offendi nessuno (anche conoscenti) se confesso che di solito non metto mai i "like" se sollecitata così a freddo, specialmente quando si tratta di cose che non ho il tempo di leggere o di valutare (ci sono delle eccezioni, molto rare, e spesso sono io che mi attivo nel mettere il "mi piace" - non perché invitata a farlo).
Mi chiedo anche a cosa serva avere un "mi piace" sulla propria pagina: si guadagnano soldi? Visibilità? E come? Quanto valore hanno dei "like" un po' estorti e messi senza alcun coinvolgimento?

Altra domanda inerente Linkedin: pochi anni fa non ricordo più chi mi invitò a iscrivermi a questo social "del lavoro e delle professioni" perchè "non si sa mai, prima o poi potrebbe servirti, intanto inizia a esserci".
Ok, mi sono iscritta pura sapendo che non avevo bisogno (per fortuna), perlomeno non a breve. Dopo un po' piano piano sono arrivate richieste di "entrare nella rete Linkedin" da varie persone, all'inizio conoscenti e colleghi; poi sono iniziati i colleghi sconosciuti, poi gli sconosciuti genericamente creativi. Fino a qui li ho accettati, mi sembrava avesse senso "essere in rete" con persone con cui più o meno, ipoteticamente, avrei potuto aver a che fare in un futuro da libera professionista (come si capisce dal termine non sono assunta a vita da nessuna parte).
Poi sono arrivate richieste di "collegamenti" da studenti, psicologi, manager di società web, ingegneri, PR, insegnanti, scrittori (o autonominatosi scrittori), creativi vari dediti ad attività che non mi garbavano: ne ho 34 in sospeso, non riesco a capire perché devo accettare.
Mi sembra di capire che più collegamenti si hanno più conta qualcosa al momento di cercare veramente lavoro su Linkedin - o no? Anche qui, che valore hanno collegamenti cercati un po' a caso, e accettati ancora più a caso? Boh.

4 commenti:

  1. Su LinkedIn ti posso dire solo che, naturalmente, più la "cerchia" è grande, più ci sono possibilità. Ma si tratta di una mera questione di numeri che non portano a nessun risultato. Il problema è che molti iscritti non hanno ancora capito che NON si tratta di un social tipo Facebook. Che se hai delle cose da dire o da postare o semplicemente hai da fare autopromozione alle tue cose, ci sono altri canali molto più pertinenti. Personalmente mi arrivano una decina di mail a settimana che mi invitano ad allargare la mia "cerchia di conoscenze". E come te, si tratta di presunti scrittori e poeti, qualche creativo pubblicitario, qualche illustratore, ma anche pasticceri (giuro), idraulici e compagnia cantante. Sono iscritto su LinkedIn da almeno tre anni e lì non è successo mai nulla che valga la pena ricordare. Ma visto che non mi costa "risorse" in termini di tempo, resto lì alla finestra.

    RispondiElimina
  2. Sì, anche per me è così, per adesso non mi costa granché, rimango lì.

    RispondiElimina
  3. Ciao, io mi sono cancellato da FB, non mi piaceva e non ne sento il bisogno, come potrei ricevere delle dritte su manga studio?

    Grazie, Gerardo da Angri (SA)

    RispondiElimina
  4. Temo che bisogna essere iscritti per forza a Facebook...

    RispondiElimina