Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



mercoledì 15 giugno 2011

Mondo Mac (e un paio di programmi multipiattaforma)

Ormai è da un anno esatto che sto lavorando su un  Mac, un iMac da 21 pollici per la precisione.
Mi trovo bene, molto meglio che con Windows, ma non sono certo tutte rose e fiori. Di natura sono una persona pratica e poco incline alle mitizzazioni: uso le cose per quello che possono darmi in quel dato contesto, senza prevenzioni.
Per adesso nessun blocco di sistema (tranne un paio di volte per un cd credo non originale, e poi forse a causa di qualche gioco - niente di particolare), Manga Studio funziona molto bene, buona velocità con vari programmi aperti, nessuna perdita di tempo con aggiornamenti, riavvii e blocchi misteriosi. Certo, la Apple essendo meno diffusa a livello di sistema operativo per computer si avvale del vantaggio di essere meno presa di mira da virus e compagnia bella, è naturale (ma occhio che iniziano ad aumentare rischi anche per il Mac, meglio tenersi informati e comportarsi con accortezza, sempre).

Il mese scorso ho comprato della Ram per il mio iMac, che di suo ne aveva 4 Giga: adesso ci sono ben 12 Giga suddivisi in due slot, prima vuoti. Guardando i prezzi sul sito Apple pensavo di spendere un tot, invece nel negozio  Essedi in viale Coni Zugna (a Milano) ho scoperto che il prezzo della Ram è sceso di molto, e sospetto che lì vi facciano buoni prezzi, oltre al fatto che i gestori sembrano molto gentili e disponibili.
La Ram me la sono installata io, è abbastanza facile, basta essere precisi e saper applicare un po' di forza "misurata" (ai tempi del pc Windows  riuscivo ad installarmi schede grafiche e modem, ma non molto di più).
Adesso ho la tentazione di aggiornare il mio Snow Leopard per passare al nuovissimo Lion, tra poco in vendita; in giro potrete trovare molti articoli che ne riassumono le caratteristiche (alcune interessanti dal mio punto di vista), così come si potranno leggere i dubbi di chi mette in rilievo il fatto che per la prima volta non ci sarà vendita attraverso un supporto fisico, ma solo l'aggiornamento tramite download. Peraltro ho trovato anche articoli come questo che spiegano come masterizzarsi il file del sistema operativo per averlo sempre a disposizione in caso di formattazione dell'hard disk, o anche metodi alternativi.
Le mie remore quindi si limitano al timore che qualche programma già installato possa non funzionare con questo nuovo sistema operativo. Esiste questa possibilità? E se volessi tornare a usare Snow Leopard? Dovrei formattare e reinstallare tutto?

Adesso che le mie tavole sono costituite da fragilissimi pixel digitali pongo parecchia attenzione al salvataggio dei file: ho un hard disk esterno su cui salvo tutto il contenuto dell'hard disk tramite Time Machine (ne ho parlato qui), ma ne ho anche un altro che collego una volta la settimana e su cui salvo solo le cartelle più importanti, effettuando un backup incrementale con Carbon Copy Cloner.
Non basta: gli hard disk esterni possono rompersi, e comunque è comodo avere delle copie su dvd o cd; periodicamente masterizzo su questi supporti i miei documenti, tavole, foto, ecc., solo che per vari motivi non sono riuscita a tenere un criterio, un ordine che mi permettesse poi di cercare di cercare con facilità dei file precisi.
Per un po' di tempo ho provato dei programmi di catalogazione di dvd e cd, ma per Mac non ce ne sono tantissimi ( e quello più famoso mi è sembrato un po' caro, anche se recentemente mi sembra sia sceso di prezzo). Ho provato anche l'ottimo DiskLibrary, in vendita a quasi 24 €, con funzioni anche di ricerca per etichette e la possibilità di creare delle smart list; alla fine ho trovato in offerta DiskCatalogMaker (che ha meno funzioni di DiskLibrary) al prezzo di meno di 8 € (invece delle 24 di listino) e l'ho preso.
Dove ho trovato questa offerta? O meglio, come ho saputo che c'era per un periodo limitato questo sconto? La risposta è nel programma Store News, che presenta giornalmente un elenco di programmi di ogni tipo che siano momentaneamente scontati o addirittura gratis.

Programma non solo per Mac, molto utile: BorderMaker permette di ridurre, aggiungere testi, bordi, watermark a immagini anche in batch; su Geekissimo più notizie sul programma e da dove scaricarlo (c'è anche un video che ne illustra il funzionamento).
A proposito di operazioni in batch: Rename è un programma per Mac che permette la rinonima di più file con diverse opzioni - molto utile.
Altro programma cross-platform (quindi anche in versione Windows e Linux) è Pdfsam, serve per dividere, unire, estrarre singole pagine di un file pdf, anche ruotarle, comporle come si vuole.
Una volta aperto la prima volta il programma andare in "settings" e scegliere la lingua preferita per l'interfaccia. Io l'ho usato molto per scompaginare i miei numeri di Internazionale, estrarre le pagine che mi interessavano  ricomporrle in un'unico file da caricare sull'ebook reader; per comodità ho usato spesso l'opzione che permette la suddivisione automatica di tutte le pagine, rendendole singoli pdf.

15 commenti:

  1. Ottime notizie, come sempre!
    Comunque sì, neppure il Mac è esente da virus e se, casomai, prendesse il sopravvento un giorno su Windows, scommetto che verrebbe bersagliato in identico modo. E non è esente neppure da problemi...meccanici, almeno, per sentito dire da un rivenditore di fiducia che conosco. E ci mancherebbe, mi son detto, è pur sempre una macchina.... Detto questo, è sempre più forte in me la tentazione di passare alla mela....

    RispondiElimina
  2. Si potrebbe fare un dual boot... Per conservare i tuoi dati potresti creare un raid5...

    RispondiElimina
  3. Boscho@: vuoi passare al lato oscuro della Forza? Join us! Yeah!
    P. Alexis@: Ecco, il dual boot non ho capito bene cosa sia, nè il raid5. I miei dati comunque sono tutti salvati su 2 hard disk esterni.

    RispondiElimina
  4. Il dual boot sarebbe che puoi scegliere tra due sistemi operativi all'avvio (io per esempio ho XP e 98, ma potrei aggiungere Seven), i due sistemi operativi sono su partizioni diverse.
    Il RAID5 invece prevede che se ho 4 HD in un NAS, tre di questi contengono i dati e uno fa da "supporto"... contiene dati di backup... così in caso di rottura di un hard disk è ancora possibile recuperare i dati. Questo a grandi linee.. Ovviamente ti consiglio di approfondire sui siti... ;)

    RispondiElimina
  5. Cioè, no vlevo dire NAS ma DAS..
    http://it.wikipedia.org/wiki/Direct_Attached_Storage

    ... sono ancora al mio primo RAID... quindi sono abbastanza inesperto! :)

    RispondiElimina
  6. Ad esempio ancora, io sul mio portatile Acer ho tre partizioni e all'avvio mi chiede con quale sistema operativo voglio partire: Windows XP, Seven o Ubuntu?

    E in passato avevo provato anche con una partizione dedicata a Leopard. Su un Acer, dico :)

    RispondiElimina
  7. P. Alexis@: guarda, Nas Das o pongo per me è lo stesso, credo che quello che mi descrivi vada bene per piccole agenzie, uffici, cose così - i miei dati li conservo su dvd e su 2 hard disk, credo che basti no? :)
    Luigi@: ma 3 partizioni non ti portano via spazio? In realtà non so come funziona: i dati che ho sul computer sono tutti ugualmente visibili all'interno delle diverse partizioni, giusto? Vuol dire che io sul mio Acer portatile potrei installarmi un Lion? Lion forse no, che mi sembra possa essere installato come fosse un aggiornamento di Leopard...

    RispondiElimina
  8. In realtà installare un OS apple su pc è cosa assai ardua. Molto assai. Per le partizioni, se dedichi ad ognuna una ventina di giga e hai un disco da 250 giga o superiore, sei a posto. Io ho quattro partizioni in tutto, quindi: tre da 20 giga per i sistemi operativi e una con lo spazio che rimane dedicata solo ai dati.

    RispondiElimina
  9. In effetti ipotizzavo per quanto riguarda Acer e OS X, quello che mi interesserebbe è forse Lion accanto al mio Snow Leopard; mi domandavo se dal Lion "vedo" e posso usare i programmi installati sullo Snow Leopard, e i dati. Ma poi se mi va bene Lion e voglio eliminare la partizione (che 20 giga in un futuro potrebbero farmi comodo) e metterlo normalmente sul Mac come faccio? Non so se posso installare due volte il sistema operativo sullo stesso mac - o forse adesso sì?
    Boh, troppo complicato, mi sa che mi tengo quello che ho e buonanotte

    RispondiElimina
  10. non posseggo un Mac (però sono stato più volte tentato nell'acquistarlo...) ma dalla mia esperienza con l'iPhone ti posso dire che qualcosa che non quadra c'è di sicuro...

    Non sono portato a credere ai complotti ma è una cosa assurda che tu ti acquisti un iPhone nuovo e con l'andare degli anni ti rilasciano aggiornamenti che invece di migliorare il software dell'aparecchio te lo facciano diventare lento e pieni di bug...
    Del tipo: mi compro una Ferrari e dopo un anno me lo trasformano in una rispettabile twingo ma di seconda mano...Mah!

    RispondiElimina
  11. Andrea@: non so molto sull'iPhone, certo questa cosa del rallentamento dopo gli aggiornamenti la sento dire in giro, ogni tanto, così come pure il contrario!
    Hai provato ad andare su forum di siti che abbiano come tema l'iPhone? Scambiare opinioni con altri iPhonisti?

    RispondiElimina
  12. Acc! Non male come idea (solo io con i forum proprio zero! :-P)!
    Diciamo che il mio guru della "mela morsicata" è Cajelli: ogni tanto quando ha tempo qualcosa di utile inerente all'iFono (come lo chiamerebbe lui) sul suo blog c'è.

    Grazie comunque per la dritta e buon inizio di settimana!

    P.s. Per la questione virus anche Ubuntu pare immune ma io non ci credo molto, sarebbe troppo bello!

    RispondiElimina
  13. Credo (Credo, dico) di aver sentito che puoi avere una doppia partizione anche sul mac con sistemi operativi, ma la mia esperienza con la Apple è fresca e si limita all'ambiente lavorativo. So solo che ho Leopard e che molte nuove applicazioni non mi girano e la cosa mi fa girare altre cose ancora. Un po' come voleva fare la Microsoft per Vista, ma poi fortunatamente sono tornati sui loro passo con Seven.

    RispondiElimina
  14. Dopotutto anche su windows i virus li becchi solo con programmi piratati o andando per siti porno... Se si sta attenti ad entrambe le cose, difficile avere problemi. Quando devo aprire file sospetti lo faccio su una macchina virtuale e fine della storia.

    Il mac lo uso a lavoro. Non mi dispiace, ma dopotutto per me è quasi la stessa cosa. Funziona bene come funziona bene seven. Non è che a casa non posso fare le cose che faccio a lavoro, ecco.
    Poi: lo schermo lucido mi fa venire mal di testa e bruciore agli occhi; la tastiera deve essere quella che dico io; il mouse idem; l'impianto audio deve essere un 5.1; non avere un backup interno (quindi più hard disk) mi farebbe venire gli incubi di notte. E allora...
    Mi sa che non sono adatto ai computer preassemblati come non sono adatto ai mac :)

    RispondiElimina
  15. Luigi@: è vero, questa cosa che appena esce un nuovo sistema operativo non possiamo poi comprare tanti programmi che non funzionerebbero con quello"vecchio" è veramente spiacevole. Quando avevo il MacBook Pro con Tiger, acquistato poco prima che uscisse il Leopard, me ne sono accorta con rammarico.
    Una delle cose negative del mondo Apple (una delle tante, direbbero i critici!).
    Izzy@: secondo me tutto va bene purchè ci si trovi comodi.
    Per quanto riguarda i virus: l'unico che ho preso tanti anni fa sul mio vecchio pc non ho idea da dove venisse; non andavo su siti strani, praticamente usavo pochissimo internet dato che avevo un modem a 56k, meno che meno scaricavo cose perchè sapevo dei virus e non mi fidavo. Forse aprendo una mail di qualche amico (che mail da sconosciuti anche quelle non le aprivo). Insomma, per quanto si stia accorti nel mondo Windows è davvero facile beccarsi un virus, anche se si sta attenti.

    RispondiElimina