Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 12 giugno 2015

Tornando ad Anguillara (e Roma)

In occasione di una breve visita dai miei genitori, che però abitano ad Anguillara, ho potuto fare due passi in un angolo di Roma che pur non essendo periferia, pur non essendo in un quartiere brutto  ho riconosciuto come "il caratteristico angolo anonimo romano", come io lo definisco; sembrerà strano ma per me pure certi scorci o certe vie di Roma - magari banali, magari modernamente "povere", hanno sempre un'impronta particolarmente "romana" - un po' come l'aria, o la luce.
Durante i miei due decenni romani mi sono sempre nutrita di tutte le bellezze artistiche che Roma offre anche negli angoli più inaspettati; ma ho anche girato in alcune sue periferie storiche, tra strade ed edifici meno nobili, ammantati appunto di questa "anonimità romana" che me l'hanno fatta amare lo stesso.

Anguillara invece è più difficile amarla visceralmente, divisa com'è tra il piccolo borgo storico (molto bello) e il resto della cittadina moderna che si è sfrangiata lungo la strada principale.
C'è molto verde intorno, vero, ma poco "vivibile" dal visitatore comune, dal pubblico. Pochi parchi pubblici, difficile portare il cane da qualche parte.
E il lago negli ultimi anni ha mangiato gran parte della spiaggia (salendo di livello), che comunque non è mai stata molto estesa.

Tra le foto potete vedere anche l'immancabile bacheca riservata alle associazioni animaliste e ai canili - purtroppo pieni di cani in cerca di libertà e affetto.

Nessun commento:

Posta un commento