Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



martedì 6 ottobre 2009

Il simpatico asinello Ariol


Ho scoperto da poco questa serie a fumetti del duo francese Guibert-Boutavant che è inserita nel genere detto "per bambini". Contenti i bambini, certo, e secondo me contenti anche molti adulti dalla mente aperta e giovanile che vogliono divertirsi un po' con le avventure quotidiane dell'asinello-bambino Ariol.
Le storielle di Ariol, i suoi compagni di scuola e la sua famiglia sono suddivise in brevi episodi all'interno di questo e altri volumi (in Italia ne sono usciti per adesso due).
Ariol è un bambino come tanti, ricco di immaginazione, devoto al suo eroe televisivo "cavalier Cavallo", complice di piccole birichinate con il suo migliore amico, il maialino Ramono, ma anche facile a divulgare i pregiudizi che girano tra i bambini - che sono diversi l'uno dall'altro (c'è la mosca Bisbiglia, l'anatra Quax, il cavallo Altiero, e così via).
E' facile in trasparenza vedere la metafora della multietnicità propria della società francese, e adesso italiana, ma nelle storie di Ariol non c'è didatticismo o morali da apprendere; le storie sono piene di grazia nonostante i bambini siano rappresentati senza molta indulgenza, e questo grazie alle sceneggiature calibrate di Emmanuel Guibert, già autore affermato nell'ambito del fumetto francese (qui le sue produzioni in italiano, tra cui "La guerra di Alan" e "Il fotografo" in diversi volumi, e anche "Sardina dello spazio" con i disegni di Sfar).
Il segno di Marc Boutavant (molto famoso come illustratore) è semplice ed efficace, espressivo con moderazione, ma soprattutto la gabbia delle tavole, strutturata di solito su una griglia ariosa di 4 vignette uguali su due strisce, è rilassante e perfetta per le avventure "tranquille" di questo bambino come tanti.
Ottima la colorazione, io mi sono davvero divertita a leggere queste storie dotate di una loro trascinante simpatia.
In Francia Ariol deve aver avuto molto successo dato che ne è stata tratta una serie animata di cui qui è possibile vedere un trailer (ma a mio parere non sembra rendere del tutto le atmosfere della serie a fumetti).
A parte su internet forse non è facile trovare nelle librerie i due volumetti usciti finora di Ariol; io a Milano li ho visti presso la Fnac di via Torino.


2 commenti:

  1. evviva! Son contenta che arrivino anche i cartoni di ariol: noi siamo fans!!!

    RispondiElimina
  2. Ah, lo immaginavo che lo conoscevi, io aspetto che traducano anche gli albi successivi...
    Per i cartoni mica sono sicura che arriveranno in Italia!

    RispondiElimina