Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 18 giugno 2010

For fans only

Per quelli che seguono soprattutto il mio lavoro di fumettista segnalo sul blog di "Gotham Library" una lunga intervista alla sottoscritta; inoltre aggiornamento sul mio blog parallelo dei "Ritagli", e l'aggiunta nella colonna a destra di un modulo di iscrizione ai post via mail.

15 commenti:

  1. ciao. ho letto l'intervista. interessante, come del resto la maggior parte dei tuoi post (ok, ok, e' una captazio! :-)
    piu' che altro mi ha divertito l'accenno ai secoli necessari per cambiare gli stereotipi maschili sulle donne... e in effetti i fumetti che ho letto (pochissimi, tutti italiani) mi sembrano sempre molto(troppo) per maschi o di atmosfera maschile, anche se magari le protagoniste sono donne.
    Che tu sappia esistono sceneggiatrici donne in italia?
    ciao

    RispondiElimina
  2. @onelulu: almeno una, direi: http://sraule.splinder.com/ (mi è venuta in mente perché giusto ieri ho preso un suo fumetto).

    Comunque una dozzina d'anni fa, quando ancora non seguivo i fumetti in modo così maniacale, conobbi una ragazza:

    - Cosa fai?
    - La sceneggiatrice di fumetti
    - Maddai, che storia! (Sottointendendo: ma che? si sceneggiano pure i fumetti?)

    E il dialogo più o meno fini lì (non fui molto brillante, eh?). Ecco, oggi sarei curioso di sapere se quella ragazza ha continuato. Non mi ricordo il nome, però.

    RispondiElimina
  3. Si, non sono molte le sceneggiatrici ma ci sono (e per quel che capisco ce ne saranno di più in futuro, mi sembra di vederne in giro di giovani che si stanno facendo le ossa su produzioni indipendenti o case editrici piccole).
    In Bonelli c'è Paola Barbato (Dylan Dog), tempo fa per Nathan hanno scritto Angelica Tintori, Katia Albini, Gabriella Cordone. Nel settore extra Bonelli credo ci siano delle sceneggiatrici in Disney ma non so bene, dato che seguo poco la loro produzione; conosco come ideatrice e soggettista Katja Centomo che credo abbia scritto sceneggiature (assieme ad Artibani e alla coppia Barbucci e Canepa ha ideato Monster Allergy). Sono sicura che non ne conosco altre perchè conosco poco l'intera produzione italiana, che è fatta anche di fumetti per bambini, pocket vari, ecc.
    Certo è da tenere a mente però che le sceneggiatrici vanno a inserirsi in una modalità produttiva e creativa molto precisa; anche in questo caso ci vorrà molto tempo prima che si prenda in considerazione un diverso modo di fare e scrivere fumetti (e sempre se si farà in tempo prima che il fumetto scompaia, perlomeno quello a "grande" diffusione).

    Massimo@: sì, sarebbe stato interessante sapere se quella ragazza ha continuato, se è riuscita a pubblicare qualcosa - tu adesso comuqnue sai qualcosa in più su come si fanno i fuemtti, vero?:)

    RispondiElimina
  4. Su Nick Raider c'era Claudia Salvatori... Ad es:
    http://www.sergiobonellieditore.it/auto/scheda_speciale?collana=16&numero=127&subnum=0
    ... chissà che fine ha fatto!

    RispondiElimina
  5. Bella intervista.
    Si integra con le risposte che, gentilmente, mi hai fornito l'ultima volta sulle tempistiche del tuo lavoro. Beh, spero che, se mai dovessi capitare a Milano (e in una fiera/incontro dove presenzi anche tu, cosa doppiamente fortuita) riuscirò a convincerti a mettere da parte la timidezza e a realizzarmi un piccolo disegno.
    Insomma, appendere un piccolo 'Mandacini originale' (^_^)in camera sarebbe bello.

    Suggerisco anch'io una (grandissima) sceneggiatrice: Ann Nocenti. Politica, religione e altre tematiche impregnano la sua scrittura densa di lirismo (la sua run su Dardevil è ancora oggi indimenticabile).

    RispondiElimina
  6. Federico, tu vieni a Milano e io ti faccio il disegno!
    Anche io avevo subito pensato a Ann Nocenti, ma dato che non è italiana non l'ho citata. Tra l'altro il suo ciclo di Devil l'avrò letto cent'anni fa, recentemente è uscita una ristampa, mi sembra, e dovrei davvero recuperarla.

    RispondiElimina
  7. grazie a tutti per le segnalazioni!

    RispondiElimina
  8. P. Alexis@: è vero, la Salvatori tempo fa scrisse alcune sceneggiature per Bonelli, ma forse erano cose laterali rispetto al suo lavoro di scrittrice (non so, ipotizzo).

    RispondiElimina
  9. Certo oggi so molto di più! Dunque, ormai fa tutto il computer, no? C'è pure quella cosa - come si chiama - quella tavolozza graficosa che disegna praticamente da sola, no? :-p
    ...
    Tavola finale.
    Campo totale: si vede Patrizia che brandendo un mattarello colpisce ripetutamente Massimo, piegato in due per ripararsi dai colpi. Si copre la testa con le mani. Milou lo azzanna a una caviglia. Dall'alto, Accabì - il dio dei fumettisti - lancia saette sul malcapitato.

    Massimo: C-@#*$!

    EFF.SON. SBANG! SBANG!
    Grrrrrr... (Milou)
    Brzap (o come fanno i fulmini...)

    RispondiElimina
  10. Massimo@: ehi, lo sai che hai ragione? Guarda che disegni vengono fuori senza l'apporto della "tavolozza": http://picasaweb.google.com/lh/photo/eXWPW9SjP5J6Lqpdm3quIg?feat=directlink

    RispondiElimina
  11. Ha ha! Grandissima! Clap clap!
    Appena riesco a venire a Milano, posso prenderlo, vero? :-)

    RispondiElimina
  12. Massimo@: prego, ma io ho barato e il disegno esiste solo in pixel!!:))

    RispondiElimina
  13. Hi hi hi! Sembra una di quelle scene dove Olivia prende a mattarellate Braccio! E anche il ghigno in stile Mings è troppo forte!

    RispondiElimina
  14. Ne sai una più del diavolo, Patrizia! :-)

    RispondiElimina