Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



domenica 6 giugno 2010

La nutria di Piazza Abbiategrasso

Penso che tutti gli abitanti delle grandi città prima o poi abbiano avuto incontri più o meno ravvicinati con animali provenienti dalle campagne e adattatisi al nuovo - apparentemente ostile - ambiente. Poi ci sono anche gli animali esotici fuggiti, quelli arrivati magari per caso, ecc.
A Milano da diversi anni i gabbiani hanno fatto la loro apparizione, arrivati seguendo i navigli. A Roma invece da un po' di tempo c'è una proliferazione di pappagalli, che hanno fatto presto ad adattarsi ai giardini cittadini.
Molti animali sono versatili e pur di sopravvivere si adattano velocemente; la nutria è uno di questi e mi è capitato di vederne al lago di Bracciano, e anni fa anche al parco di Villa Doria Pamphili a Roma (dove si erano moltiplicati a dismisura, non so la situazione com'è adesso).
In questi casi le nutrie erano a stretto contatto con l'acqua, che è il loro abitat usuale (in effetti visivamente sembrano un incrocio tra dei castori e dei ratti).
Bene, non mi spiego allora cosa ci faccia una nutria enorme al centro di Piazza Abbiategrasso, nel sud di Milano (zona periferica ma abbastanza urbanizzata).
No, la nutria non era di passaggio: da alcuni mesi la sua presenza è nota proprio nel cerchio verde che da qualche anno costituisce il centro della piazza, circondata da un anello di strade e rotaie.
A me è capitato di vederla transitare a pochi metri mentre usciva da una folta aiuola e si infilava  in un'altra, senza fretta; secondo me pesava come il mio cane, era davvero in carne (quindi 10/11 kg). Un'altra signora aveva assistito alla strana visione, e mi ha detto che da tempo questa nutria "abitava" lì, e che spesso la si era vista brucare l'erba; lei aveva anche provveduto a informare i vigili, i quali le avevano detto di chiamare l'ASL (la signora temeva morsi da parte dell'animale, magari di notte). La cosa strana è che nelle vicinanze non c'è nessuna fonte d'acqua: nella foto aerea che ho postato si può notare a destra il naviglio pavese, e poi a sud-est il Ticinello; entrambe le vie acquatiche distano almeno 400-500 metri, senza contare che la nutria ha scelto anche un posto trafficatissimo dove risiedere!
Nella seconda foto  ho messo in fotomontaggio  la nutria in proporzioni reali rispetto all'ambiente  in cui l'ho vista io, e poi sul lato sinistro il mio disegnino ingrandito (purtroppo non avevo con me la macchina fotografica quando ho visto la nutria!).
Mah!

11 commenti:

  1. cavoli patrizia, la nutria da te disegnata sembra uscita da un film di fantascienza anni '50:):)... è un animale praticamente simile al castoro, innocuo e soprattutto si nutre esclusivamente di vegetali... quindi di alla signora che ha chiamato la asl che il suo polpaccio non corre alcun rischio:):)..

    a presto:)

    RispondiElimina
  2. Sì, belli i film con gli animali giganti, sono dei cult!
    Ma tu ti riferivi alla nutriona che ho messo sulla sinistra oppure quella piccolina (più vicino alla scala reale :)) a destra? Ti giuro che avrà pesato almeno 10 kg, era bella grossa!
    Io so che le nutrie sono erbivore e di solito non aggressive, al contrario della signora io avrei chiamato la protezione animali per toglierla da là, che magari rischia di finire sotto un'auto o peggio; mi hanno detto però che quando si fa una segnalazione bisogna aspettare lì che arrivi qualcuno ( e direi anche che è meglio vederla prima la nutria, magari ha anche altri rifugi e non sta solo lì).
    Io non abito vicino la piazza, e non ho neanche tempo per occuparmene, ahimè.

    RispondiElimina
  3. io ne ho viste diverse in estate nel naviglio grande... in martesana, dove vado a correre, mai... in compenso ci sono dei topini di campagna alla ratatouille:):)...
    Brava Patrizia:)...

    RispondiElimina
  4. Cara Patrizia, mi sono appena trasferito nei paraggi di piazza Abbiategrasso (v. Santa Teresa), vigilerò armato di macchina fotografica. Una nutria dal vivo credo di non averla mai vista, son molto curioso.
    Ciao
    gastone

    RispondiElimina
  5. Ciao Gastone, benvenuto in quartiere! A quel che ne so le nutrie dovrebbero venir fuori dal pomeriggio in poi, ma questa è strana, per cui...Forse l'edicolante di Piazza Abbiategrasso ne sa qualcosa in più!

    RispondiElimina
  6. Ciao. Leggo sempre il tuo blog anche se non ho mai commentato, ma questa volta non posso esimermi, semplicemente perché con un'amica, ieri sera in auto, non abbiamo fatto altro che parlare di nutrie, animale che normalmente non occupa le mie conversazioni :-) Mi ha molto colpito la coincidenza, ecco. Comunque anche qui a Torino c'è un proliferare di nutrie, ma - finora - le si è sempre viste solo sulle rive di Po e Dora.
    Ciao e complimenti.
    Orlando

    RispondiElimina
  7. Ciao Orlando, benvenuto tra i commentatori!
    Ma per curiosità, cosa dicevate delle nutrie tu e l'amica? Personalmente apprezzo tutti i tipi di animale, ma capisco anche che certe volte la convivenza con l'umano può diventare difficile...

    RispondiElimina
  8. Passavamo in auto proprio vicino alla riva del Po, dove vivono ormai colonie molto numerose di nutrie, e si parlava del fatto che, per nostra ignoranza, sino a pochissimi anni fa non avevamo mai neppure sentito nominare quegli animali ("nutria" per me è un nome relativamente nuovo) mentre ora sono citatissimi. E poi, vabbè, le solite scontate battute sul fatto che... paiono degli enormi toponi e quindi definirli "bellini" forse è un po' fuori contesto :) Ma si sa, la bellezza è negli occhi di chi guarda ecc. ecc. :-))) (Tengo a precisare che personalmente, invece, li trovo animali graziosi, anche se non vorrei trovarmene circondato, ecco...)
    un caro saluto
    Orlando

    RispondiElimina
  9. Sì, sono degli animali simpatici e innocui, ma ricordo bene come la comunità che si era sviluppata nel parco di Villa Doria Pamphili a Roma si fosse abituata troppo bene: tanta gente, inclusi i bambini, nutrivano queste nutrie con carote pane e quant'altro. Se si arrivava a mani vuote poteva capitare di essere guardati all'improvviso da decine di occhietti famelici che si avvicinavano sempre più, stringendosi in cerchio.
    Be' un po' di inquietudine questa situazione la dava...a quel punto era meglio fare marcia indietro e allontanarsi!

    RispondiElimina
  10. ciao a tutti io abito in missaglia e x lavoro guido il tram e ho visto più volte l'amica nutria pascolare nell'aiuola . non ho potuto fotografarla , anche se volevo , x non incorrere in qualche sanzione disciplinare aziendale . comunque se volete vederla dovete svegliarvi presto io l'ho vista sempre intorno alle 6 , del mattino naturalmente, quindi il pomeriggio come dicevate non è il momento più indicato...... valentino

    RispondiElimina
  11. Ciao Valentino: ottima informazione!, qualche volta mi capita di svegliarmi a quell'ora e credo proprio che farò un salto in Piazza prossimamente con la macchina fotografica.
    Approfitto per augurare a tutti i conduttori ATM un augurio di buon lavoro - che dev'essere stressante! - io uso tantissimo i mezzi...

    RispondiElimina