Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



lunedì 25 aprile 2011

Varie - 21

Innanzitutto un po' in ritardo buon 25 aprile, finché ci sarà permesso farlo senza temere qualcosa (ogni anno peggiora la situazione democratica di questo paese - posso capire il desiderio di demitizzare e approfondire la ricerca storica, ma non la nostalgia di un passato dittatoriale, sanguinario, razzista, intollerante, maschilista): qui Makkox sintetizza al meglio il mio pensiero in merito.

A proposito di storia in edicola è apparsa una nuova rivista di divulgazione storica - "BBC History Italia" - che presumo sia la concorrente di "Storica" apparsa qualche anno fa. Di quest'ultima avevo comprato diversi numeri per testarne la validità, ma alla fine l'avevo abbandonata: uno dei motivi era anche il puntuale giudizio di un mio amico storico il quale vi aveva trovato diversi errori.
"Storica" tuttavia non è male come primo approccio alla storia, a mio parere: dovrebbe servire come spunto per approfondire altrove certi argomenti; la grafica è accattivante, gli articoli sono scritti anche da storici, pur se abbastanza sintetici in rapporto ai temi trattati.
"BBC History Italia" mi aspettavo fosse una quasi traduzione dell'omonima rivista inglese - ottima, a parere del mio amico storico - invece no, gli articoli sembrano scritti in maggior parte da giornalisti (non storici) italiani e sono abbastanza sintetici, troppo: vanno bene le rubriche "simpatiche e veloci", ma ci vorrebbero in ogni numero almeno un paio di grossi articoli, approfonditi e scritti da qualche storico, magari qualcuno tradotto dalla rivista "madre". Inoltre la grafica è alquanto carente, soprattutto confrontata con quella di "Storica".

Ancora argomento "storia": qui si parla di un sito web che sfrutta le potenzialità di Google street view per fare una sorta di viaggio nel passato. Le foto (storiche) caricate dagli utenti vengono sovrapposte agli stessi posti ritratti nel presente: le potenzialità sono grandi, e credo esistano anche altri servizi che fanno qualcosa di simile.

Dovete stampare (o anche solo leggere) un post inserito in una pagina piena di banner, foto, e altre belle cosine? Esiste un servizio molto utile e semplice da usare che si chiama "Readable" - qui una breve spiegazione in italiano: usando un bookmarklet da installare nella barra del browser possiamo trasformare gli articoli (ripuliti) a nostro piacimento, sia come grandezza dei font, colori, ecc.

Consiglio per un sito: non so come ho scoperto "Archivio Caltari - Narrazioni e ricerche in controtempo", e mi è difficile descrivere esattamente di cosa parla. Sfogliatelo per bene e noterete diversi campi in cui si avventurano i titolari del sito - letteratura, comunicazione, immagini, e altro; narrazioni diverse e sempre interessanti.

Saccheggio ancora Masayume: bellissimo il Tumbrl (Meowoodle) che raccoglie i gatti disegnati dai proprietari illustratori ed artisti.

3 commenti:

  1. Credo che nessuno abbia nostalgia del passato... Nessuno sano di mente almeno. Sarò ingenua probabilmente ma non credo che l'italiano medio sia così stupido da voler tornare indietro, l'idiozia ha comunque un limite.
    Buon venticinque aprile anche a te.

    RispondiElimina
  2. Benedetta la tua ingenuità, allora :)
    Non si tratta di avere nostalgia di un passato che molti non hanno mai vissuto per motivi anagrafici, quanto di far uscire allo scoperto pulsioni antidemocratiche, vocazione a delegare la propria volontà, menefreghismo, che sottotraccia hanno fatto sempre parte del carattere italiano.
    Oggi il cosiddetto "berlusconismo" e correnti reazionarie varie stanno sfruttando alla grande queste caratteristiche.
    La stupidità avrà un limite, l'ignoranza no; la gente comune se ne frega di conoscere la storia, specialmente le nuove generazioni (con le dovute eccezioni, minoritarie); vedi anche il risorgere di correnti negazioniste e revisioniste...

    RispondiElimina