Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 15 luglio 2011

Vi va di presentarvi?

Da pochi giorni questo blog ha raggiunto la quota di 80 iscritti - forse pochi per certi blog più curati e seri, pochissimi per quelli di fama nazionale, ma tanti per me che iniziai due anni fa senza avere idea di cosa avrei scritto di preciso e di quante persone avrebbero finito col seguirmi.
La maggior parte delle persone che vengono qui, saltuariamente o costantemente, non le conosco. Alcuni  sono fumettisti e colleghi, ma tanti di loro non li ho mai incontrati di persona.
So che molti di quelli che capitano qui sono interessati al fumetto (naturalmente, ma non solo), e alcuni magari solo superficialmente, e che qui preferiscono magari leggere di altro - come ad esempio certi miei post che parlano di gadgets tecnologici o programmi per il computer.
Non lo so di certo; però ogni tanto rifletto sul fatto che voi che passate di qui e leggete i miei post sapete abbastanza di me - be', non proprio, dato che cerco di non esporre qui la mia vita privata - ma insomma, sempre più di quello che io so di voi.
Alcuni di voi hanno un blog, e lì trovo qualche informazione (non sempre), di altri invece vengo a sapere qualcosina di più perché "chiacchieriamo" abbastanza qui sul blog; di molti invece non so nulla, cosa fate nella vita, perché venite qui, cosa vi piace di più (e di meno) del blog.
E' una mia curiosità non molto lecita, ma forse qualcuno potrebbe approfittare di questa mia domanda ("chi siete?") per presentarsi, qui, e dire due parole su se stesso, senza necessariamente entrare in particolari che non si desidera rivelare.
Avete un limite di 4.096 caratteri per ciascun commento (stabilito da Blogger), mentre per il tempo non c'è problema, liberi di aggiungere qualcosa in qualunque momento.

45 commenti:

  1. Giacomo, e disegno fumetti. Può bastare? Si, si! ;-)

    RispondiElimina
  2. Ci provo: mi chiamo Jonathan. Disegno da quando son piccolo (come molti) e leggo fumetti da quasi da sempre (come tanti). Son passato da “Topolino\Braccio di ferro” direttamente a Dylan Dog e poi di seguito quasi tutti i bonelli. Da adolescente ho fatto incetta di manga (tanto che ora non ne leggo quasi nessuno) e poi una lieve conoscenza di fumetti americani. Quando son stato un po’ in Francia son rimasto deluso dal fumetto francese e ho iniziato a ri-apprezzare i nostri “bonellidi”: mi piace l’idea di poter finire in universi lontani, fantastici e disegnati benissimo a meno di 3 euro!
    Ho finito qualche anno fa l'accademia di belle arti rendendomi conto solo dopo che avrei potuto spendere il mio tempo in maniera migliore (ora ogni volta che sento la parola “arte” mi viene l’orticaria e divento nervoso!!). Mi piace disegnare e disegnare tutto, con una predilezione verso tutto ciò che si avvicina al fumetto. Mi capita anche di fare quadri e ritratti (ad olio etc.) ma più che altro perché riesco a venderne qualcuno e ho bisogno di qualche introito:) Col tempo mi son reso conto di approcciarmi alla realtà attraverso le immagini, ascolto musica ma vedo immagini, studio e leggo e in testa si formano immagini, ricordo le cose attraverso le immagini che, affiancandosi l'un l'altra, diventano fumetti, appunto. Ho tanta voglia di imparare e diventare sempre più bravo, mi interessa la tecnica , i trucchi, e tutte le cose che possono migliorami nel disegno. I contenuti per ora li ho messi in secondo piano. Seguo questo blog da un po’ senza ricordarmi come l’ho conosciuto e ormai mi ci sono affezionato. Si parla di fumetto ed è un bel parlare, ho scoperto qui l’esistenza di manga studio” e qui ho imparato ad usarlo, più o meno. Mi piace l’approccio della “fumettista curiosa” al suo lavoro, serio e professionale. Mi piace quando ogni tanto si affaccia Milou perché adoro i cani (ma se è per quello anche i paguri, i bradipi e i suricati!!:) Mi piacciono le informazioni su software e hardware e ho deciso di fare il (benedettissimo) salto al mac anche grazie ai post di questo blog. E boh.. non mi viene in mente altro che possa essere interessante, non che questo lo sia poi tanto:)
    Ps. Ho anche un blog dove sfogo un po’ della voglia di disegnare che mi ritrovo. L’ho dedicato alla Divina ISOTTA! Venite pure a recargli onore e tributi:):) Jo.

    RispondiElimina
  3. Ottima idea Patrizia!
    Nel mio blog ho anche meno visitatori. E pochissimi commentatori, forse intimidisce scrivere qualcosa che finisce "on teh toobz".
    Adesso vado a vedere i blog di Giacomo e Jonathan (da cui dissento sui francesi, ma mi riferisco a quelli d'antan)

    RispondiElimina
  4. Giacomo@: per te può bastare perché sul tuo blog racconti abbastanza - per cui rinvio tutti i curiosi da te!

    jONATHAN@: sei uno dei pochi che fa notare come 3 euro per un bonelliano non siano tanti, anzi.
    Sul tuo blog (che invito a visitare) vedo tanti disegni, schizzi, ecc., ma niente fumetti - o sbaglio?
    Lode a Isotta, sempre:)

    juhan@: in effetti "on teh toobz" intimidisce un po' anche me - a proposito, cosa significa?

    RispondiElimina
  5. @ Patrizia
    Ogni tanto faccio il mericano e non sempre vengo capito e quasi sempre in modo non appropriato.
    Comunque c'è l'uso di "teh" per "the", come quello di "pwn" per "own".
    Per quanto riguarda "toobz" a parte la "z" al posto di "s" per il plurale "toob" suona quasi come "tube". Il vedere Internet come una rete di tubi attraverso i quali fluivano le informazioni era stato un politico à la Gasparri e la cosa è stata adottata da alcuni blogger che fanno tendenza.
    OK, sono uscito fuori tema, spero almeno di aver chiarito alcuni dubbi relativi alla sottocultura geek.

    RispondiElimina
  6. Patrizia@ Hai ragione, di fumetto c'è quasi niente(e quel che c'è ora mi sembra talmente brutto che sto pensando di eliminarlo). E' che non son capace di inventare niente, ho bisogno di qualcuno che mi scriva una storia. Qualcosa ho fatto ma non la reputo degna di essere mostrasta. Ora però ho trovato un caro amico che è un portento nello scrivere e qualcosa riuscirò a metterla!:) grazie per il "follow", anche Isotta ha apprezzato!

    RispondiElimina
  7. Io sono Laura e mi conosci da nni e di persona (per gli altri siul mio poverissimo sito trovate blog eccecc)! bellissima idea Pat. la rete mi fa scoprire molte persone, poi dal vivo è diverso, sempre, ma sono comunque rapporti belli, interessanti, o curiosi (come te). A parte gli elogi per l'ottimo lavoro che fai su carta e in rete, ti invito a collaborare di più, magaria nche con Scuola di Fumetto (rivista e corsi online), ma tieni sempre la tu abebla libertà. E verrò a curiosare su chi sono i tuoi lettori.

    RispondiElimina
  8. Mi chiamo Fabrizio De Fabritiis e sono il creatore/sceneggiatore e disegnatore (insieme ad altri) dei personaggi dell'universo del supereroe italiano Capitan Novara (ora chiamato "Capitan Nova")!

    Ah, complimenti per i tuoi disegni!

    Ciao!^^

    RispondiElimina
  9. juhan@: sto iniziando a sentirmi un po' geek anche io, adesso:)
    jonathan@: aspetto allora di vederti alla prova anche come fumettista, buon lavoro!
    là@: io invece vorrei trovare prima il tempo di collaborare con me stessa!
    Fumettista esplosivo@: adesso so chi sei :), Capitan Novara credo sia molto conosciuto, solo che trovandolo io solo alle mostre mercato (e non sempre) non sono riuscita a leggerlo per bene, attraverso i vari episodi - mea culpa! (e poi giro poco per mostre, a dire la verità...)

    RispondiElimina
  10. "non sono riuscita a leggerlo per bene, attraverso i vari episodi"

    Beata te che riesci ancora a leggerli i fumetti!^^

    RispondiElimina
  11. ovederbaCiao! Cercherò di essere breve. I fumetti ho cominciato a "leggerli con lo sguardo" penso intorno ai 2/3 anni.Ricordo benissimo che alla domenica mattina andavo con mio zio a prendere il TEX-a strisce-. I primi furono appunto TEX e poi ZAGOR. gli ALBI D'ORO di TOPOLINO,AMOK,SCIUSCIA',TONY FALCO e tutti i fumetti di famiglia degli anni 30/40/50.Ovviamente divenni un fedelissimo del CdP e cominciai anche gli altri Bonelli.In pool position mettero' sempre la saga del PRINCIPE VALIANT di H.Foster - Adoro e colleziono vari Bonelli (quasi tutti),negli ultimi anni con un debole x NATHAN e Dintorni e DAMPYR.solo x citare altre preferenze punto su CONAN(Smith,Buscema...),J.STEELE,ESP,L'INSONNE,GORDON LINK, ASTERIX, i PUFFI ecc..........
    x quanto riguarda i Libri .- I romanzi d'avventura di SALGARI,LONDON,KIPLING.......
    Ma la mia passione sono le storie del sovranaturale e la Science Fiction. Ad primis il Romanzo Gotico ( in questa sede mi astengo di fare elenchi),Fantascienza (J.VANCE,McCAFFREY,P.ANDERSON...) Fantasy ( HOWARD, MOORCOCK, WAGNER...) ma sopratutto la TRIADE SUPREMA del WEIRD TALES : H.P.LOVECRAFT - C.A. SMITH - R.HOWARD.
    Bhe! libri e fumetti sono sempre stati una % positiva e molto alta della mia vita ***

    RispondiElimina
  12. Mauro Padovani, disegnatore di fumetti e idraulico! l'ultimo mio volume Winter's Moon è stato pubblicato in Francia...e mi autoproduco la maggior parte dei miei fumetti. Seguo con piacere il tuo blog perchè lo trovo molto interessante!

    RispondiElimina
  13. Fumettista Esplosivo@: infatti non ci riesco!, non quanto vorrei...A parte i miei buchi "storici" ho qualche pila di acquisti abbastanza recenti da smaltire...non so quando!

    giovanni@: chissà perché pensavo tu fossi più giovane, invece vedo tra le tue letture classici che io conosco solo di fama e poco più - e complimenti per le letture avventurose.

    Mauro@: ma davvero fai l'idraulico?! E tutte quelle trasferte in giro per il centro Europa?

    RispondiElimina
  14. Ciao sono Andrea.
    Già ti ho scritto vai email per consigli su i miei orrendi disegni :D
    vivo a Roma e faccio il programmatore di computer (Java). Ho la passione per i fumetti (di tutti i tipi) e trovo il tuo blog uno dei più interessanti.
    Quest'anno ho seguito il corso di fumetti (Scuola di Fumetto) diretto da Laura Scarpa, sono migliorato ma non c'ho speranza, le capacità tecniche sono limitate :( L'importante è divertirsi, avere una sana passione e scaricare lo stress del lavoro che faccio.
    Ma non mollo l'anno prossimo seguirò il secondo anno ;)

    Ciao!

    ps. per chi vuole visitarmi:
    Ho un blog dove pubblico i miei disegni e pensieri vari

    http://finelloblog.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. Ciao Patrizia, come sai sono un collega che non vede l'ora di scroccare una dimostrazione live di Manga Studio:-) Ti coopteremo con la scusa di un sushino....
    Complimenti per il blog e per l'idea del censimento: avanti tutta!

    RispondiElimina
  16. Si, io disegno la domenica e la sera, durante la settimana normalmente faccio l'idraulico insieme a mio fratello! io vivo parte dell'anno in Belgio dove ho una storia d'amore! in Belgio e Olanda poi frequento varie fiere come autore, unendo l'utile al dilettevole!

    RispondiElimina
  17. Finello@: i tuoi disegni non sono orrendi, però è da apprezzare il tuo senso della realtà che ti porta ad ammettere che non sei su livelli "da pubblicazione" - o non ancora :) Guardando il tuo blog si potranno notare i miglioramenti che hai fatto, probabilmente anche grazie al corso. Ammirevole anche la tua passione, certamente disegnare deve essere prima di tutto un piacere!

    RispondiElimina
  18. Roberto@: grazie per l'apprezzamento - e sono pronta per Manga Studio :)
    Mauro@: peccato che sei fuori della zona di Milano, come sai gli idraulici sono molto più apprezzati e ricercati dei fumettisti :))

    RispondiElimina
  19. Mi piace leggere fumetti perché per me sono un ansiolitico, mi sento protetta perchè entro in un altro mondo, mi sento rassicurata, confortata.
    All'inizio andavo un po' random, ora ho me mie preferenze, però non rinuncio ad andare un po' alla cieca, chè spesso riserva sorprese.
    Seguo il tuo blog perchè è caldo, disegni e parli, disegni e spieghi. Insomma sento che ci sei.

    RispondiElimina
  20. Ciao!
    Mi chiamo Federico.
    Vengo qui perché mi piacciono i tuoi disegni e apprezzo molto i tutorials che scrivi.
    :)
    In quanto a me, una volta facevo il fumettista ma ora, per campare, ho scelto un altro lavoro e porto avanti con passione il mio blog di disegni, per sfogare il bisogno di esprimermi creativamente.

    Magari non commento spesso ma i tuoi post li leggo tutti con attenzione.

    Un saluto e buona serata! ^^

    RispondiElimina
  21. Ciao sono Massimo e faccio disegni raccapriccianti :-)

    RispondiElimina
  22. Più o meno sai di cosa mi occupo. Quello che non sai, forse, e di quante altre cose vorrei occuparmi e non riesco. Vabbè.

    Ho cominciato a seguire il tuo blog, perchè tra i tuoi post trapelava tutto l'amore per il disegno.

    NON seguo i blog di quegli autori di fumetti (sceneggiatori o disegnatori) che dicono di non leggere più fumetti.

    Che fastidio! E' come se mi presentassi come un illustratore che non guarda le altre illustrazioni.

    "Aridezza".

    RispondiElimina
  23. Innanzitutto grazie a tutti per aver accolto il mio invito, sono molto contenta.
    lita@: è bello sapere che c'è qualcuno che trova conforto nei fumetti; molti li leggono per "passare il tempo", altri per divertimento e basta, solo alcuni vi trovano altro.

    Massimo@: non credo all'autovalutazione per cui ti invito a darci prova del "raccapriccio"!

    Federico@: la prova della crisi del fumetto è data anche dal fatto che disegnatori come te (invito ad esempio ad andare a vedere il tuo blog "Matite in libertà") non possano vivere di questo lavoro.

    Luigi@: è vero, so anche di un paio di grandi disegnatori che dicono di non leggere più fumetti. Per me è un mistero, anche perché se si vuole un minimo fare con onestà il proprio lavoro (con dico con entusiasmo) bisognerebbe rimanere informati su quello che fanno gli altri. E poi nel mondo c'è sempre qualcosa di nuovo, originale, interessante - certo, magari bisogna scoprirlo e quindi darsi da fare, superare la pigrizia.

    RispondiElimina
  24. ciao,
    sono Viola e lavoro nell'ambito del web e del mobile.
    Mi interessa molto il tuo approccio alla rete, social network e tecnologia in generale.
    Trovo che molti tuoi post rispondono alla mia domanda: "Una persona intelligente ma che non lavora nell'ambito dell'informatica che cosa ne penserà di questo o quest'altro?"

    Spesso lavorando a stretto contatto con la tecnologia si perde di vista la percezione che i veri utenti ne hanno. Il tuo blog mi aiuta a rimanere con i piedi per terra.

    ps: a proposito di tecnologia, io leggo il tuo blog da cellulare, il che mi aiuta anche a sopportare i ritardi delle ferrovie!

    RispondiElimina
  25. sono Mirko, sono il direttore artistico di Verticalismi.it, di cui hai anche parlato in un tuo post sul fumetto digitale. Mi piace la musica house, i film giapponesi e ovviamente i fumetti.

    RispondiElimina
  26. Clyde... e faccio il lettore di fumetti e alle fiere rompo le scatole ai disegnatori per uno sketch.....

    RispondiElimina
  27. Viola@: oh che bello, mi piace molto testare le cose tecnologiche, oppure le novità del web, da profana. Avrai notato che ho attivato la versione mobile del blog; fino a ieri mi domandavo se ci fosse qualcuno che mi legge dal blog, adesso lo so!

    Ciao Mirko, grazie di averci detto delle tue passioni principali - quella per il fumetto ci accomuna sicuramente!

    Clyde@: non so se hai già un mio schizzo ma se passi da Milano tipo a Cartoomics potrei esserci, in caso presentati così saprò chi sei :)

    RispondiElimina
  28. Ciao Patrizia!
    Mi sembra giusto quello che chiedi!
    Allora...
    Mi chiamo Andrea (Ho molti soprannomi ma quello che preferisco è "Santo Subito" datomi da Paola Barbato), sono diplomato in Ragioneria ma non me n'è mai fregato nulla di partita doppia, calcolo dell'iva ecc... Diciamo che era il periodo del "tanto per avere un pezzo di carta".
    Leggo fumetti da quando ho otto anni (ho iniziato con Topolino e Tex) e a undici anni conoscendo Dylan Dog è stata la "fine".
    Devo ringraziare te e tutti i tuoi colleghi fumettisti (soprattutto Bonelli) perché all'età di 14 anni fino ai 20 ho avuto dei brutti episodi di attacchi di panico e depressione ma con le vostre letture, il mio cinquantino Fifty Top, la mia scrittura e gli amici, alla fine ne sono uscito più forte di prima.
    Di lavoro per “campare” sono impiegato in uno squallido call-center a tempo determinato (in passato ho fatto anche l’operaio, benzinaio, cameriere e barista), mentre lo sceneggiatore per ora lo faccio da appassionato (giro/giravo anche cortometraggi, ho realizzato storyboard per video di cantanti - Piero Pelù - ecc…)

    Andrea

    RispondiElimina
  29. Alfredo Boschini
    Nella vita faccio il disegnatore tecnico Cad 2 e 3D. Nei sogni invece, mi piacerebbe diventare sul serio un disegnatore di fumetti ben consapevole che in Italia e alla mia tenera età di 44 anni sarà quasi impossibile. Ma ci provo e finchè avrò forza continuerò ad insistere. Ringrazio Patrizia (per le dritte su Manga Studio) e Laura Scarpa (con il corso "A scuola di fumetto"). Ho un blog, ma ho sempre paura di pubblicare delle cose oscene cosicchè non invito mai nessuno direttamente a guardarle ne ad iscriversi. Un po più di ottimismo, magari eh?

    RispondiElimina
  30. Andrea@: è molto bello sapere che i fumetti qualche volta possono aiutare nei momenti difficili, e non solo essere un bel passatempo.
    Boscho@: il tuo impegno è ammirevole, e comunque devi essere meno timido, certo, altrimenti come speri di poter pubblicare se ti vergogni di pubblicizzare il tuo blog?! Tra l'altro i tuoi lavori sono molto buoni, e i tuoi post con gli esercizi del corso di fumetto possono aiutare altri a conoscere un po' il meccanismo delle lezioni. Continua così, e forza e coraggio!

    RispondiElimina
  31. Ah quanti errori! Nella risposta a Luigi Bicco@ c'è un "con dico" che è "non dico", e a Viola@ invece dico che intendevo la lettura non "dal blog" ma da uno "smartphone", evidentemente...

    RispondiElimina
  32. Mi presento anche io, allora ^^
    Sono Lucia e il mio sogno è come tanti di diventare una disegnatrice di fumetti. Ho frequentato la Scuola Internazionale di Comics di Roma

    E sono giunta sul tuo blog appositamente dopo aver letto alcuni tuoi albi Bonelli ed anche se commento poco leggo sempre volentieri i tuoi articoli :)

    Ciao e grazie ^_^

    Lucia

    RispondiElimina
  33. Francesco De Paolis, aspirante sceneggiatore di 29 anni.
    Ho frequentato due corsi di sceneggiatura alla Scuola Comics di Roma, il primo con Lorenzo Bartoli e il secondo con Roberto Dal Prà.
    Sul mio blog "Zuppa di Vetro" (che ho chiamato come l'ultimo romanzo che avevo letto) posto principalmente racconti, aforismi e recensioni.

    Se può interessarti, questa è una selezione dei racconti che mi sono riusciti meglio:

    http://zuppadivetro.blogspot.com/search/label/1

    mi farebbe piacere se mi dessi un'opinione! :)


    Inoltre sono fra i collaboratori della Surripedia

    http://surripedia.tumblr.com/

    dove mi diverto a trastullarmi con giochi di parole, storpionimi e quant'altro, e collaboro anche con Omniverso

    http://www.blue-area.net/00-Omniverso.asp

    una rivista on-line che analizza criticamente l'Universo Marvel e i suoi meccanismi narrativi,

    e con il sito Oltrecomics

    http://oltrecomics.com

    dove sto cominciando a postare recensioni fumettistiche (manco a dirlo ho cominciato con un articolo sulla Marvel, nella fattispecie sugli X-Men).


    Ho gusti fumettistici molto eterogenei: oltre a leggere albi Marvel e Ultimate, Vertigo, qualsivoglia cosa di Alan Moore, Rat-Man, John Doe e il Canemucco, apprezzo molto anche i manga, da Maison Ikkoku di Rumiko Takahashi a Gantz di Hiroya Oku; ai tempi ho adorato (e adoro tutt'ora) Pk - Paperinik New Adventures e Pk2...

    Insomma, non mi pongo affatto problemi di nazionalità: fumetto, manga, manhwa, bande dessinée, l'importante è che la storia mi intrighi a livello di sceneggiatura e di disegni (ma se devo scegliere, privilegio una storia con una trama solida e bei dialoghi a dei disegni meravigliosi ma senza sostanza).

    RispondiElimina
  34. Francesco scusa il ritardo nella risposta, ero andata a vedere al volo il sito, poi volevo tornarci con più calma - ma ahimè mi sono persa in vaie faccende!
    Consiglio i lettori di visitare il tuo interessante blog - adoro chi recensisce un po' di tutto :) (magari ti pubblicizzo dentro a un futuro post che è meglio).
    Io di giochi di parole me ne intendo poco, certe volte mi sento troppo stupida per capirli (ma quelli che ho letto li ho capiti, molto divertenti).
    Mi pare di capire che sei abbastanza vulcanico, non ho ancora letto tue sceneggiature o i racconti, mi riprometto di farlo in questi giorni (o forse no, aspetto visite di parenti, insomma, più in là certamente!).
    I fumetti che apprezzi li ho letti con piacere anche io (compreso PK), ma tu sai dell'Universo Marvel certamente più di me, io mi ci perdo a seguire le varie saghe, e poi ho molte lacune. Leggere le recensioni e gli articoli aiuta, spero di poterlo fare in futuro (oppure prima se mi inventano le giornate di 48 ore...).
    Grazie per essere passato di qua:)

    RispondiElimina
  35. Figurati Patrizia! Anzi, ti ringrazio per le lodi al mio blog, se lo recensissi sarebbe davvero meraviglioso!

    Di sceneggiature sul blog ne ho messe solo 2, di cui una pubblicata sull'albo uscito in occasione di Lanciano nel Fumetto 5.
    Il titolo della storia è "Zombie aspirante scrittore":

    http://zuppadivetro.blogspot.com/2008/10/zombie-aspirante-scrittore.html

    Ultimamente mi dedico più alle recensioni che ai racconti, adesso per esempio sto recensendo la storia di Spider-Man che spiega cosa ha impedito il matrimonio di Peter Parker con Mary Jane Watson (idea orribile, spero la Marvel si sbrighi a rimangiarsela)...

    Se vuoi ampliare la tua conoscenza del Marvel Universe con storie veramente degne di nota, ti consiglio:

    Gli Incredibili X-Men Omnibus, con le storie di Chris Claremont e John Byrne, semplicemente fondamentali per cominciare a districarsi nel caos delle storie degli X-Men (a breve dovrebbe uscire anche il secondo Omnibus, che credo dovrebbe contenere la Saga di Fenice Nera)

    -Wolverine: Arma X, di Barry Windsor-Smith (Collezione 100% Marvel Best) dove viene mostrata l'infusione dell'adamantio nelle ossa di Logan e il trattamento disumanizzante a cui l'ha sottoposto il programma Weapon X

    -X-Men: E come Extinzione, di Grant Morrison e Frank Quitely

    -Astonishing X-Men Omnibus: Inarrestabili, di Joss Whedon & John Cassaday

    -Alias, di Brian Michael Bendis & Michael Gaydos (è uscita nella collana 100% Marvel), cinque volumetti incentrati sulla detective ed ex-supereroina Jessica Jones

    -Runaways, di Brian K. Vaughan e Adrian Alphona (sempre nella collana 100% Marvel, la serie poi viene proseguita da altri autori, che mantengono il livello qualitativo piuttosto alto, anche se non ai livelli di questi primi numeri) su dei ragazzi che scappano di casa dopo aver scoperto che i loro genitori sono dei supercriminali

    Devil: Rinascita, di Frank Miller & David Mazzucchelli

    Devil: Giallo (nella collana 100% Marvel Best) di Jeph Loeb & Tim Sale, un'opera melanconica incentrata su Matt Murdock
    che ricorda i suoi inizi come Devil e il suo primo incontro con Karen Page.

    RispondiElimina
  36. Caro Francesco, non ci crederai ma tutti gli albi che mi hai consigliato li ho letti! Evidentemente i miei "buchi" hanno un loro criterio - cerco sempre di recuperare le saghe di cui sento dire bene.
    Ho un dubbio per il primo omnibus degli X-Men: praticamente io ho scoperto gli X-men con le raccolte Star Comics di tanti anni fa; nel primo numero si partiva da "Stella binaria", da lì in poi ho seguito gli X-men con le varie raccolte, poi cominciando a comprarli ogni mese (solo negli ultimi anni ho smesso a salti, ogni tanto li seguo per un po' attirata da qualche novità, ma sinceramente devo dire che gli X-men non ci sono quasi più...pazienza).
    Forse mi mancano le storie con John Byrne? Non mi ricordo...
    Io L'uomo Ragno l'ho seguito abbastanza, ma ho smesso prima che ci fosse quella cosa che mi dici del matrimonio-non matrimonio, non ho capito bene:)
    "Zombie aspirante scrittore" mi sembra ben scritto e divertente, ci vorrebbe un bravo disegnatore dal piglio comico - ma non necessariamente non-realistico - a metterlo su carta; o è già stato fatto?

    RispondiElimina
  37. Ohibò, allora non sei affatto messa male come cultura Marvel!
    Immagino avrai anche il volume degli Eterni di Jack Kirby e magari anche "X-23 - Bersaglio-X"...

    Non strettamente in continuity ti consiglio "Omega - Lo sconosciuto", sceneggiato da Jonathan Lethem, uno dei miei romanzieri preferiti.

    Riguardo all'Uomo Ragno e al suo matrimonio, è un bel casotto... in breve (si fa per dire):

    L'Uomo Ragno nella storia "Soltanto un altro giorno" cerca in ogni modo di salvare la zia morente, ferita da uno sgherro di Kingpin (in seguito alla rivelazione dell'identità segreta di Petey in Civil war), e alla fine viene contattato da Mephisto, che gli propone di salvare la vita di May Parker in cambio del suo matrimonio, ovverosia della cancellazione dalla linea temporale dell'evento, che de facto non sarebbe mai avvenuto, sovrascritto da una nuova serie di eventi.
    Questa nuova serie di eventi ci è stata rivelata in una storia stampata negli ultimi albi dell'Uomo Ragno usciti in Italia. La storia è firmata da Joe Quesada, che oltretutto è stato l'artefice del progetto quando era l'Editor-In-Chief della Marvel, progetto che, sostanzialmente, mirava a ringiovanire il personaggio (praticamente, permettendogli di poter avere nuovamente intrecci sentimentali), dato che un normale divorzio o la morte di Mary Jane al contrario l'avrebbero invecchiato agli occhi dei lettori (peraltro, ci hanno già provato anni fa a far fuori la rossa, con un incidente aereo, ma lasciamo perdere che è meglio...)

    Trovi la storia "Soltanto un altro giorno" negli albi 487 e 488 de L'Uomo Ragno, negli albi successivi c'è il nuovo status quo con lui che non si è mai sposato, nessuno che ricorda la sua identità segreta (ma si è comunque smascherato!) e con un redivivo Harry Osborn (quest'ultima cosa è scollegata dal patto con Mephisto, semplicemente Harry è ricicciato come già fece Osborn padre grazie al fattore di guarigione fornito dal siero di Goblin) insomma, hanno cercato di riportare tutto ai "bei vecchi tempi", cosa che non mi è piaciuta per niente, difatti Spider-Man (il fumetto ormai si chiama così anche in Italia) ormai lo compro a singhiozzo, ma devo dire che dai pochi albi che ho comprato e spiluccato in fumetteria, il team di sceneggiatori ha fatto un buon lavoro, probabilmente prima o poi li recupererò...

    La storia che spiega gli eventi che hanno impedito il matrimonio, "Un momento nel tempo" la trovi negli albi di Spider-Man 559, 560 e 561 e, incredibilmente, non mi è dispiaciuta affatto...

    La storia dello Zombie aspirante scrittore è già stata disegnata da un pezzo (con stile realistico) ma non è stata proposta a nessun editore; son contento che ti piaccia anche se è parecchio sciocchina :)

    RispondiElimina
  38. Ciao Patrizia, sono Andrea. Non sono aggiornatissimo suoi tuoi lavori. Ma per certi versi ti ho visto "nascere artisticamente" diversi anni fa sulla rivista Babilonia e poi su Legs. Attualmente non seguo molti fumetti (giusto 2 o 3 giapponesi) ma in passato ci ho dato dentro. Dai fumetti sud americani e francesi ai manga, ai bonelliani (dylan dog, Nathan Never e Legs). Qualche anno fa ho tentato la carriera di disegnatore ma mi sono distratto un pò troppo presto e ho seguito altre vie... Alla non tenerissima età di 38 anni mi è tornata la voglia di disegnare fumetti( adesso a quattro mani) e qualcosa si sta muovendo... Innanzitutto il fatto che adesso quello che disegno mi piace. Purtroppo il panarama editoriale italiano è molto cambiato( non in meglio). Ad esmpio ricordo che all'epoca, gli anni 90, gli editori erano ancora capaci di rispondere all'invio di materiale in visione. Adesso pare che anche solo mandare una e-mail di diniego sia troppo faticoso. Ho mandato materiale alla bonelli, alla star comics e a kappa edizioni. Risultato zero risposte.
    Materiale all'estero: diverse risposte e una proposta di contratto immediata(anche se con condizioni non eccezionali).
    Comunque si va avanti e tra un turno di lavoro e l'altro si cerca di concretizzare questo piccolo sogno...

    RispondiElimina
  39. Ciao Andrea, spero che i tuoi progetti fumettistici riescano a realizzarsi con soddisfazione, e magari un giorno essere meglio pagati. Ho visto il tuo blog, sei davvero bravo, però le tavole in bianco e nero che ho visto hanno un certo retrogusto anni settanta (belle, eh) che invece le illustrazioni colorate non hanno - mi piacciono molto tra l'altro.
    Magari facendo delle prove mirate per il tipo di realismo bonelliano riusciresti ad adattarti, non lo so, e non so che tipo di cose hai mandato alle varie case editrici: spero poche tavole mirate al tipo di albi che pubblicano; i plichi voluminosi con tutto ciò che sappiamo realizzare - dal colore all'illustrazione al disegno per bambini (faccio per dire) - è inutile e scoraggia la lettura delle poche persone che riescono a esaminare tutto ciò che arriva in redazione (che poi in Bonelli se non sbaglio non c'è più nessuno di specifico che fa questo lavoro, avendo anche il tempo di rispondere a tutti).
    In generale è sempre meglio prendere un appuntamento con qualche caporedattore e portare poche cose selezionate, recenti e realizzate all'uopo.
    In ogni caso se hai iniziato una collaborazione estera forse potrai fare delle cose più vicine al tuo gusto, te lo auguro: in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  40. Damb@: ah, ma i video con le animazioni come li hai realizzati? BUTTERFLIES' BLACK HEART è molto interessante...

    RispondiElimina
  41. Francesco@: molte grazie per le esaurienti spiegazioni!
    Sì, ho gli Eterni e Bersaglio X non so se l'ho letta all'interno della serie dove uscì - ricordo di var letto il ciclo si storie che ne narrava la nascita, e anche qualche altra cosa.
    Omega l'ho visto e mi intrigava, magari la prossima volta lo prendo. Faccio un pensiero anche all'Uomo Ragno, in fondo ci sono un pochino affezionata.
    La storia dello Zombie sarà sciocchina ma è scritta benino - fammi leggere allora qualche tua sceneggiatura che tu reputi abbastanza valida, aggiornata diciamo al tuo attuale stato di evoluzione:)

    RispondiElimina
  42. Innanzitutto grazie per aver visitato le nostre pagine! E' sempre costruttivo avere l'opinione di una professionista del tuo livello. Ad esempio non avevo mai considerato "il retrogusto anni 70" che innagabilmente c'è, sopratutto in queste tavole personali, dove abbiamo cercato di mettere tutto ciò che ci piaceva dal punto di vista grafico. Ci sono tanti autori che seguo, o ho seguito in passato (Manara, crepax o gli shojo manga classici)che probabilmente mi(ci) hanno influenzato in questo senso.
    Per quanto riguarda il colore nel bene o nel male non posso fare a meno di fare riferimento agli anime giapponesi, ma stiamo cercando di evolverci. Ho riflettuto anche sul discorso invio materiale e riconosco che forse abbiamo avuto un approccio un pò frettoloso (anche se assolutamente umile) con la pretesa di essere calcolati subito. Anche se il nostro dossier rientrava abbastanza nelle caratteristiche da te consigliate.
    Comunque alla fine il progetto che stiamo portando avanti è sicuramente un ottimo test e un'ottima scuola per aggiustare molte cose e per confrontarci con molti elementi che non avremmo mai scelto di disegnare. Attualmente siamo a circa 80 tavole di 160... :-/
    Ah il video a cui ti riferisci lo abbiamo realizzato con Poser7, che se non sbaglio è dello stesso produttore di Manga Studio, mentre i due più vecchi con tecniche decisamente più rudimentali :-/.
    Il risultato non è un granchè ma all'epoca ci abbiamo speso tante energie e poi è stato l'inizio della collaborazione con l'altra metà di Damb (Danilo).
    Grazie ancora per l'attenzione e per i consigli!!

    RispondiElimina
  43. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  44. @ Patrizia

    "Omega - Lo sconosciuto" è veramente bello, se lo compri però evita di leggere l'introduzione perché spoilera tantissimo la storia, o almeno l'ha spoilerata a me, che non conoscevo il personaggio originale rivisitato da Lethem...

    Prossimamente posterò qualche sceneggiatura più recente sul blog, così potrai darmi la tua opinione anche su quelle!

    RispondiElimina