Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 23 aprile 2015

Il gruppo dei "liberatori di fumetti in giro"


[EDIT: qui la Pagina su Facebook: https://www.facebook.com/fumettiingiro]

Nel mio ultimo post ho raccontato di come abbia lasciato sulle panchine di un parco dei fumetti che non posso tenere più in casa. Su Facebook molti amici e contatti si sono dimostrati interessati a questo gesto e ho pensato che se altri vogliono seguire la stessa filosofia - ovvero quello di cercare di "acchiappare" qualche possibile lettore - sarebbe stato bello segnalarlo su qualche posto preciso, magari un gruppo su Facebook (inutile non sfruttare questa "piazza virtuale" in cui c'è mezza Italia).
Ho messo online un modulo con un sondaggio per scegliere il nome, qui, dove poter scegliere tra alcuni proposti da me, oltre a poter aggiungere il proprio. Fino ad ora sono state date online 27 risposte, che si assommano ad altre risposte date su Facebook, che qui elencherò:

  1. "Fumetti liberati" prende 8 voti
  2. "Fumetti al parco" 5 voti
  3. "Fumetti da strada" 4 voti
  4. "Fumetti in giro" 3 voti
Poi ci sono con 1 voto ciascuno: "Fumettiamo?", "Free Comics", Fumetti fuori", "Meno fumo più fumetti", "Nuvole in viaggio", "Segnali di fumetto"; Su Facebook segnalo "Fumetti contagiosi", "Seminare fumetti", "Fumetti al vento", "Porgi l'altro fumetto", "Fumetti a te", "Fumetti in panchina".

Io propendo per "Fumetti in giro" e lascio la spiegazione a Marcello Toninelli:
"mi sembra che "Fumetti in Giro" contenga le due "anime" dell'operazione: fumetti lasciati in giro, dove capita, e l'operazione di riciclaggio dei fumetti che "girano" (anche perché chi li prende e legge, poi può rimetterli in giro, appunto)."
Infatti quello che avevo in mente io (ma non è detto che altri concordino del tutto) è di far girare fumetti che altrimenti rimarrebbero nei solai o addirittura verrebbero buttati. Chi ha biblioteche o scuole a cui donarli faccia pure, è meglio così.
Quello che mi piace dell'idea di lasciare fumetti in luoghi diversi dal solito (non solo parchi, ma anche fermate degli autobus, bar, studi medici, ecc.) è la possibilità di raggiungere persone che o non leggono più da tempo (e non solo fumetti) o che proprio non ci pensano, che magari non frequentano le edicole, che neanche hanno idea di cosa esce adesso.
Magari solo per curiosità queste persone potrebbero prendere uno di questi strani albi e darci un'occhiata, magari verrano presi e portati in casa per i figli, i nipoti, per loro stessi - chi lo sa.



"Fumetti liberati" è un bel nome ma dà l'idea che invece quei fumetti fossero "incarcerati", e non è proprio così (magari dimenticati, magari nascosti, ma non prigionieri); d'altronde non vorrei neanche che ci fosse un'assonanza con la Liberazione, perchè non è così (non in questo caso).
"Fumetti al parco" rispecchia l'idea che avevo all'inizio, ma adesso lo trovo limitante.
Ho aggiornato il modulo, adesso (credo) potete anche cambiare voto se volete. Lascio ancora una giornata di tempo e poi domani vedremo.

Per il gruppo su Facebook [o forse anche una Pagina Facebook, per gli scopi di cui stiamo parlando forse è meglio] io pensavo anche a un punto di raccolta di suggerimenti per le persone che eventualmente raccolgano il fumetto e trovino all'interno le indicazioni per raggiungerci: potremmo mettere link alle fumetterie, fare un elenco, mettere link agli store online e persino per quelli digitali.
Pensavo infatti che all'interno di ogni fumetto "rilasciato" si potrebbe mettere un Post-it con disegnato il logo del gruppo (qui in foto un esempio, se ne avete altri più belli mandateli) e l'indirizzo web.
Chi invece rilascia i fumetti potrebbe fare delle foto e postarle nel gruppo, raccontarci un po' come è andata (suggerirei anche di non rilasciare troppi fumetti in un solo punto: non vorremmo creare "spazzatura" o farla passare per tale, né incoraggiare pratiche di accumulazione e magari rivendita!).
Nei miei sogni con questa pratica forse si recupera qualche lettore, forse qualche lettore verrà sul gruppo e ci spiegherà perchè non legge più fumetti, cosa vorrebbe leggere - insomma, avviare anche delle discussioni, spero interessanti per lettori e autori.
Ogni suggerimento è ben accetto.

2 commenti:

  1. E' una bellissima idea. Io l'ho visto fare con i libri in Israele. In questo modo mio padre, che quando ci siamo andati studiava ebraico, si è procurato un'utilissima enciclopedia per bambini.
    Mi piacerebbe che si liberassero anche i libri, però ho l'impressione che sarebbero raccolti meno dei fumetti, allora tanto vale depositarli in biblioteca, anche solo in quei buchi per restituire i libri che si usano quando sono chiuse, in stile orfanello medievale.
    Secondo me sulla pagina facebook dei liberatori di fumetti ci vorrebbe una app del meteo, che se si lasciano fumetti in giro e subito dopo piove allora tanto vale mandare tutto al macero e non lasciare grumi di carta fradicia in giro.
    Sarebbe carino anche scambiarsi mappe di luoghi favorevoli alla raccolta (meglio in luoghi molto frequentati in cui la gente si ferma a chiacchierare, piuttosto che ad angoli in cui non si ferma mai nessuno).
    Ma perché vengano raccolti sarebbe bene anche lasciarli in luoghi igienicamente corretti, quindi non per terra, ma su muretti e panchine. E magari con un piccolo bigliettino con scritto "free comics" (in inglese perché così sono sia liberi sia gratuiti) per incoraggiare anche i più timidi.

    RispondiElimina
  2. Per i libri c'è il bookcrossing, non so quanto diffuso in Italia, e comunque so che tanti li lasciano alle biblioteche. È anche vero che le persone sono pigre, poco interessate; lasciando i fumetti fuori, all'aperto, spero di raggiungere qualche persona in più, specialmente adesso che iniziano le belle giornate e la gente sta più volentieri fuori.
    Sulle mappe hai ragione, pensavo a una cosa del genere, credo che dovrò mettere su un blog perchè sulla Pagina Facebook non c'è una sezione dove poterle mettere.
    Sul bigliettino ho già pensato a qualcosa da poter stampare e ritagliare con logo e link al gruppo, e spazio per scrivere qualcosa (si trova nella pagina Facebook: https://www.facebook.com/fumettiingiro/posts/528232593984036)

    RispondiElimina