Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



domenica 12 aprile 2015

Tsū, prime impressioni sul nuovo social network


Qualche giorno fa su alcune bacheche di amici fumettisti su Facebook sono iniziati a circolare i primi commenti su Tsū, di cui ignoravo fino ad allora l'esistenza. Mi ha incuriosito anche l'accenno divertito ai "possibili guadagni" che avrebbe comportato stare su questo social network (in realtà pochi centesimi o euro se non si arriva ad accumulare migliaia di followers e un'intensa attività sociale di condivisione).
Per pura curiosità (come al solito) mi sono iscritta a Tsū, anche perchè in prospettiva (non fosse che per il richiamo del guadagno) potrebbe essere una piccola alternativa a Facebook.
Su Tsū ci si arriva per invito, basta seguire il link che chiunque sia iscritto può rilasciare, questo ad esempio è il mio: https://www.tsu.co/Patfumetto (lo dico adesso e poi lo ripeterò: se volete seguirmi bene, scegliete l'opzione "Follow"; accetto domande di amicizia solo da persone che conosco bene).



Molte cose sono simili a Facebook, ma mancano molte delle opzioni a cui siamo abituati - normale, è un social appena nato e si immagina che certe cose verranno implementate col tempo.
Ad esempio, l'unica scelta di privacy è tra "Pubblico" e "Amici", e non esiste la possibilità di inserire i propri amici in sottogruppi e quindi di evitare di vedere i loro post, se necessario; per questo è importante accettare l'amicizia solo da persone che veramente vogliamo seguire, o che conosciamo bene, per tutti gli altri c'è la possibilità di diventare nostri "follower", potranno leggere tutti i post "pubblici".
Ancora non so se rimarrò su questo social network che per adesso è un po' una copia dell'altro su cui ho tutti i miei contatti; mi piace l'editor delle foto, più completo di quello di Facebook (ma si può caricare solo una foto alla volta), la pulizia del sito e la grafica. Non mi interessa nulla dei guadagni, che sono impossibili per i comuni utenti.
Lo sto testando, ecco, vorrei provare anche a inserire delle cosine che non metterò su Facebook.
In questa discussione di Sara Boero (qui un suo post dove spiega cos'è Tsū) si parla  dell'importanza comunque che si smuova qualcosa nel campo dei social network che sono dominati da pochissimi colossi. Vedremo.


3 commenti:

  1. Ci sono anch'io su Tsu, sembra interessante.

    Di buono rispetto a Tumblr c'è che non ti permette di postare compulsivamente
    perché ha un limite giornaliero di post mooolto più basso, e non ti ci fa buttare tempo.
    A proposito, il Tumblr dello Spazio Bianco non lo gestisco più così, non sei stata l'unica
    che si è tolta dai follower perché postavo troppo!
    Continuo così solo su quelli personali, infatti ho visto che eri tra i follower di Artisti su Tambler e poi ci hai rinunciato!

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesco, in effetti se seguo qualcuno (o qualche sito) che posta troppo in luoghi come Tumbrl o altri social (come Twitter) questo mi crea problemi perchè poi faccio fatica a seguire tutti, il tempo è quello che è :) Però ad esempio Lo Spazio Bianco e altri siti di fumetti li seguo in altro modo, ad esempio da Feedly, dove ho sottocchio tutti i post e posso andare a leggere quello che veramente mi interessa.
    La mattina e durante le pause mi piace andare a scorrere le pagine dei miei social e trovarci delle cose nuove e interessanti, ma mi dispiace anche perdermi alcuni artisti che amo più di altri perchè non ho tempo di scorrere tutti i post!
    In effetti non è facile trovare il numero ideale e massimo di persone da seguire, né capire dove seguire queste persone (o siti): alcuni postano le stesse cose identiche su diversi social (ma alcuni sono più facili da gestire, altri no), altri invece mettono alcune cose da una parte e altre su altri siti.
    I posti si stanno moltiplicando rendendo il tutto ancora più confuso. Credo che ci scriverò un post!

    RispondiElimina