Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



martedì 27 novembre 2012

Premio UNIA - o del parlare della passione per i libri

Da non molto tempo seguo il blog di Chiara Prezzavento, scrittrice e anglofila, amante dei libri di carta ma anche di quelli digitali (i suoi libri in effetti li trovate solo in formato epub e mobi).
Nel suo ultimo post fa proseguire uno di quei meme letterari che girano un po' per gioco sul web (il premio UNIA appunto), e tra i 7 blog da lei indicati per andare avanti a parlare della passione per i libri ci sono anche io!
Con molta leggerezza (che esperta di libri non sono, confusamente appassionata sì) provo a rispondere a queste 7 domande che stanno andando in giro sul web:

1. Qual è il primo libro che hai letto in assoluto?

Ahimè, non lo ricordo affatto, ho imparato a leggere a 5 anni e non ho più smesso, questo è sicuro.  Il primo libro di cui abbia memoria risale a "tarda" età (8/9 anni), e sicuramente devo averne letti altri prima (compresi i fumetti): "Le avventure di Tom Sawyer", di cui ricordo la bellissima impressione che mi fece qui.

2. Hai mai fatto un sogno ispirato a un libro che hai letto? Se sì, racconta.

Essendo presa dal demone dei fumetti è a loro che sono principalmente dedicati i miei sogni letterari, e più che sognare di essere qualche personaggio mi capita di reinventare scene in stile Moebius od osservare film d'animazione con Tex ( una volta però ho sognato di essere Thor e di volare grazie al suo Mjolnir).

3. Qual è la prima cosa che ti colpisce in un libro? La copertina, la trama o il titolo?

Eh, per deformazione professionale - ma anche per passione - l'occhio mi va subito alla copertina, ma non ho mai comprato libri seguendo esclusivamente le sirene di una bella illustrazione; mi è capitato invece di essere affascinata dal progetto grafico generale di uno e più libri, alcuni di quelli della collana ISBN (ammetto che tempo fa comprai "Generazione A" di Coupland per quello, ma poi per fortuna non ne rimasi delusa).


4. Ti è mai capitato di piangere per la morte di un personaggio?

Sì, ma succede raramente;  ricordo le lacrime versate alla morte di Nemecsek ("I ragazzi della via Pál ") quand'ero ragazzina, la commozione alla fine de "Il miglio verde" di Stephen King, e più recentemente per la morte del protagonista de "La strada" di Cormac McCarthy.

5. Qual è il tuo genere preferito?

Il genere "ibrido", quello che magari sembra qualcosa ma è molto di più - il giallo fantascientifico, il libro storico filosofico, la narrativa con un forte sapore scientifico...Qualsiasi cosa che esca un po' dagli schemi, insomma.

6. Hai mai incontrato uno scrittore?

Credo proprio di no, in compenso ho incontrato e conosco molti scrittori di fumetti - ma immagino non conti in questo contesto.

7. Posta un’immagine che rappresenta cosa significa per te le lettura.

Dato che posso ieri ho realizzato un disegno, spero renda l'idea (fatto in fretta, ma devo decidermi anche a non usare più lo strumento acquarello in ArtRage perché non sono capace, ecco).


Come da indicazioni per questo gioco passo premio e testimone ad altri sette blogger (senza impegno, se vi va proseguite - altrimenti fa nulla, aggiungo io):

Fumi e fumetti di Laura Scarpa
Freddo cane in questa palude di Moreno Burattini
Sergio Donato
Io e Dante di Marcello Toninelli
Prima o poi di Luigi Bicco
Perchè facciamo quello che facciamo di Giacomo Pueroni
Onelulu di Luciano Caponigro

Grazie ancora a Chiara, e anche a Davide Mana che ha un bel blog in cui parla anche di fumetti, come qui.


8 commenti:

  1. intanto il tuo disegno è bellissimo! :)
    poi non so come ringraziarti di avermi coinvolta nel gioco. (pensare alle domande è più facile che ai 7 blogger cui passare la palla, causa mia smemoria).

    RispondiElimina
  2. Oltre al disegno è bellissimo tutto il post, anzi meravigliosissimissimo.

    RispondiElimina
  3. Sono felice che il disegno piaccia agli altri, con me ci parlo poi e vedo di capire com'è che sono sempre insoddisfatta...
    Juhan poi mi fa arrossire, ecco :)

    RispondiElimina
  4. si si concordo, il disegno rende bene il rapporto con i libri e la lettura! ciao

    RispondiElimina
  5. Ciao Onelulu, ma che dici, vuoi proseguire questa specie di catena/gioco- letterario?

    RispondiElimina
  6. scusate per sbaglio hi cancellati lo strumento per colorare Brush A , sapete se si può recuperare in qualche modo?

    RispondiElimina
  7. Credo che hai sbagliato post, comunque non so a quale programma ti riferisci, non so cosa sia il brush A.

    RispondiElimina