Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 2 novembre 2012

Milou

La mia cara Milou è morta martedì, non era una brutta infezione da streptococco ma un cancro molto aggressivo al rene, già con metastasi a un polmone e al fegato.
Lunedì pomeriggio ha avuto un crollo mentre stavamo facendo l'ennesima flebo (ne ho parlato qui), la conta dei globuli rossi da sabato si era ridotta drasticamente: urgeva una trasfusione. L'abbiamo portata a un Pronto Soccorso veterinario, l'abbiamo lasciata lì la notte sperando che le ecografie e le radiografie avrebbero dato una risposta precisa: così è stato, purtroppo.
Il mio veterinario mi ha informato martedì mattina, mi ha spiegato tutto con precisione, sapevo che non c'era niente da fare. Milou era sofferente da sabato, si vedeva bene anche se non si è mai lamentata.
Sono corsa al Pronto Soccorso convinta della necessità di non farla soffrire ulteriormente.
Non aggiungo altro, non adesso; scrivo piangendo anche se dopo 3 giorni pensavo di stare un pochino meglio. Non immaginavo quanto fosse doloroso separarsi da un cane, un animale, un essere vivente che mi ha tenuto compagnia per 13 anni, 24 ore su 24.
Per fortuna non sono sola in casa, anche se adesso sembra tutto più vuoto. Nel profondo dell'animo umano la morte è sempre inaccettabile - possiamo razionalizzarla e ritualizzarla quanto vogliamo, ma quando la vediamo di fronte, così vicino, tutte le nostre difese crollano in un batter d'occhio.
Alcuni mi hanno consigliato di prendere a breve un altro cucciolo, ma non me la sento, non voglio più dover affrontare questo dolore. Milou è arrivata quasi per caso, non sapevo realmente cosa comporta questo tipo di impegno (perché è davvero un grosso  impegno, almeno per me che non ho un giardino).
Ho messo su Tumbrl tre foto per ricordarla, e un disegno (realizzato mesi fa) sull'altro mio blog.
Presto su questo blog ricompariranno i post su fumetti, libri, e ebook, ne stavo preparando due prima che Milou avesse l'ultima crisi; devo cercare di riprendere la mia routine, andare avanti, cercare di non pensare troppo agli ultimi giorni con Milou ma a quelli più belli.
Ci proverò.

7 commenti:

  1. Non ho mai avuto un cane. Non posso nemmeno immaginare cosa si prova a perdere un compagno del genere. E capisco che tu non voglia pensare ad un nuovo cucciolo ora. Ma tra qualche mese, chissà.

    Mi dispiace davvero tanto per la tua Milou, Patrizia. Un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace. Fatti forza.

    RispondiElimina
  3. Ce la sto mettendo tutta per non lasciarmi abbattere, cerco di pensare che prima o poi bisogna dire addio alle persone e agli esseri viventi che amiamo, ma con cui abbiamo passato dei bei momenti.
    Grazie per le vostre parole.

    RispondiElimina
  4. Ti seguo da tanto, prima come disegnatrice poi come blogger capace di trasmettere emozioni e conoscenze tecniche in egual maniera. Non mi piace invadere troppo, nemmeno gli spazi "pubblici" del web, ma in questo caso trasgredisco di cuore e pancia. Non ti conosco, ma la notizia della dipartita di Milou mi sta facendo piangere. Ho perso la mia micia storica tre mesi fa, dopo quindici anni insieme e, credimi, so cosa senti.
    Abbiamo altri tre gatti, ma con lei avevo un rapporto diverso, e non riesco a convincermi che un altro micio riempirebbe quel buco al cuore. E poi forse non voglio nemmeno, proprio come quando perdiamo una persona cara.
    Milou non poteva avere una compagna umana migliore di te, Patrizia.
    Con un affetto immenso.
    Nadia

    RispondiElimina
  5. Ciao Nadia, ti ringrazio tantissimo per le tue parole, hai avuto anche tu accanto un animale speciale, un amico - e quindi capisci bene questo mio periodo, forse più di altri.
    Gli animali sono tutti diversi uno dall'altro, come le persone; per certi cani non ho simpatia, altri invece mi mettono gioia solo a guardarli, con altri invece c'è una specie di intesa; alcuni sono più intelligenti, o più affettuosi, o più divertenti. L'amicizia e l'empatia profonda non sono scontate, così la mancanza di alcuni ci può ferire di più, e più a lungo.
    A me è andata bene, non ho mai avuto grossi animali in casa (un criceto prima di Milou, e da ragazzina degli uccellini), la mia prima importante esperienza è stata quindi con una cagnolina buonissima, affettuosa, intelligente abbastanza, con abitudini particolari, a volte divertente.
    Ci siamo regalati degli anni molto belli, vorrei arrivare a poter ricordare solo quelli.

    RispondiElimina
  6. Un grosso abbraccio! alla fine, come tutti i numerosi animali che mi hanno lasciato, di loro, a rimanere sono solo i ricordi belli e ciò ci deve essere di conforto. I nostri piccoli amici, che ci hanno voluto bene, più di tanti altri esseri umani.

    RispondiElimina