Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



sabato 17 aprile 2010

Una stampa a linoleum


Degli anni di Accademia (mi sono diplomata/laureata in Scenografia molti anni fa) mi sono rimasti molti ricordi (belli direi), pochi grandi amici e qualche disegno non degno di nota - a parte forse qualche lavoro fatto al corso di Incisione, tra cui questa stampa realizzata grazie alla tecnica della linoleografia (o linografia).
Il corso di Incisione era tenuto da una bravissima professoressa di cui purtroppo non mi sovviene adesso il nome: abbiamo sperimentato varie tecniche di incisione (acquaforte, acquatinta se non sbaglio, punta secca e linografia, la mia preferita).
Il linoleum che noi studenti adoperavamo per lavorarci su era proprio quello utilizzato per la copertura dei pavimenti - ricordo ancora adesso il negozio dove andavo a recuperare a prezzi scontati gli scarti di questo materiale molto duttile.


La tecnica per ricavare dei disegni dalla matrice a linoleum è simile a quella della xilografia, che utilizza come materiale il legno: con degli attrezzi appositi si scava la superficie che in stampa risulterà bianca (qui un sito che vende tutta l'attrezzatura per poter creare delle stampe casalinghe).
Quello che diventerà il segno nero (o colorato) è quello che rimane in rilievo per effetto della "scavatura": passandoci sopra un rullo intriso di colore questi si depositerà esclusivamente sulla superficie non scavata (bisogna stare attenti a non far strabordare il colore). Dopo l'immagine potrà essere stampata ponendo un foglio di carta (particolare) sul linoleum e pressandolo sotto un macchinario, o a mano mediante "rullatura" (così come facevamo noi in Accademia).
Per fare questo lavoro bisogna avere abbastanza pazienza e una certa mano: si deve riportare il disegno tramite carta carbone (se non sbaglio) sul linoleum, e poi porre attenzione allo "scavo", che non deve essere nè troppo nè poco profondo; a me piaceva moltissimo usare lo "sgorbio"!
La stampa qui postata è grande 36 cm x 33 ed è una rielaborazione quasi fedele (non c'è il testo che era alla base del disegno) della prima pagina di una specie di fumetto in 5 tavole che disegnai nel 1989 circa. Questo fumetto fu poi pubblicato anni dopo (nel 1993) su Schizzo Posse n. 1 a cura del Centro Fumetto Andrea Pazienza.
Il fumetto originale (che prima o poi posterò) aveva un segno già "grosso" e predisposto all'incisione, frutto dell'influenza combinata dell'arte espressionista e delle tecniche di incisione che stavo studiando al corso proprio in quel periodo.

Di questo lavoro posseggo ancora la matrice in linoleum, e quindi in teoria si potrebbero stampare altre copie del disegno qui postato.
La cosa bella di questa tecnica in effetti è che non è necessario avere uno studio molto attrezzato - ce la si può cavare con stampe casalinghe senza molte complicazioni.

1 commento: