Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 20 agosto 2010

"Wikio", "Liquida", scambi di link

Sono quasi due anni esatti che ho aperto questo blog.
Perchè l'ho fatto? Non per farmi pubblicità o per farmi conoscere come disegnatrice, dato che ho la fortuna di lavorare da diversi anni per una grande casa editrice; certo, le cose possono cambiare e avere una vetrina sul web per i miei lavori non è certo una cattiva idea - anche per questo ho un sito su cui ho messo in visione una selezione dei miei vari lavori (anche se comincia a non funzionare più, perlomeno l'ingrandimento dei disegni postati; infatti lo sto trasferendo qui).
La verità è che intervenendo attivamente sulla rete si ha la possibilità di incontrare persone diverse, conoscere cose nuove (quanti consigli per siti, programmi, cose utili ho ricevuto in questi due anni qui!), essere anche un po' utili a qualcuno con i racconti di come realizzo certi lavori, mantenere contatti con colleghi di tutta Italia, che conosco o che conoscerò!, ecc.
Lavorando in casa non ho occasioni di socializzare molto, e il web invece è una finestra sempre aperta - certo, se lo si usa con accortezza e senza che diventi un sostituto della realtà.

In due anni ho mantenuto credo un ritmo abbastanza costante nella pubblicazione dei post, e anche se non è un blog a tema strettamente fumettistico direi che è uno degli argomenti più seguiti da chi viene qui a dare un'occhiata.
Così se "Wikio" mi manda una mail informandomi che il mio blog risulta al posto n. 204 della classifica nel settore "Fumetti e illustrazioni" non è che la notizia mi colpisca particolarmente: quanti blog ci sono in Italia che con una certa costanza parlano di fumetti?
Che sono al posto n. 204 poi lo sanno solo loro dato che le classifiche pubblicate si fermano al 200!
"Liquida" invece (un altro portale aggregatore di notizie provenienti dal web) mi informa che alcuni dei miei post potrebbero comparire  nella loro selezione di articoli italiani (settore "Cultura" mi sembra), ma non ho idea se ciò sia mai successo.
In entrambi i casi naturalmente mi si chiede di dare visibilità ai loro portali con banner, ma il problema è che io non voglio scalare classifiche o preoccuparmi di quanti lettori in più dovrei avere o di cosa dovrei fare per incrementare il "traffico".
Mi arrivano da un po' di tempo anche richieste di scambio di link da persone o siti che non conosco, alcuni anche lontani dagli argomenti che qui tratto; lo scambio di link avvantaggerebbe entrambi gli "scambiatori" perchè così si salirebbe  nelle classifiche dei motori di ricerca.

Ecco, faccio una dichiarazione in merito a questi meccanismi che a quanto pare insorgono quando si ha un blog abbastanza vivo e con un minimo di visite giornaliere (dei contenuti non si parla, non è la qualità degli stessi che entra in gioco): non sono interessata  a fare scambi di alcunchè - a meno che siano spontanei e dettati da amicizia.
Il mio blog per adesso non ha scopi pubblicitari o di lucro, non è per me un lavoro (anche se ci dedico molto tempo e cerco di essere responsabile riguardo a ciò che scrivo), anzi, è uno dei modi che ho per divertirmi: vorrei che rimanesse un qualcosa di spensierato e non troppo serio e impegnativo.
Un giorno forse cambierò idea e metterò su un blog "scalatore" - non posso escludere niente riguardo al mio futuro - ma per adesso vorrei rimanere una semplice fumettista curiosa.

20 commenti:

  1. Verissimo, condivido. Io ti ho conosciuta per un commento curioso sul blog di Paolo Attivissimo. E, anche se non leggo più tanti fumetti, il tuo blog è sempre tra i miei preferiti, anche perché non ci sono solo i fumetti. La pubblicità: hai presente Repubblica? Poi adesso ho un blog anch'io, di tutt'altri argomenti, so cosa vuol dire preparare un post, cercare di comunicare in modo chiaro senza essere noiosi. E poi quando arriva qualche commento è una gioia. Tutto questo per dire: continua così ;-)

    RispondiElimina
  2. Brava Patrizia! Concordo pienamente!

    RispondiElimina
  3. Io ho messo in chiaro sul mio blog la posizione presa in merito agli scampi di link e pubblicità: non li accetto. Se un blog è personale, è personale! Sarebbe come prostituirsi. Pratica magari tollerabile per siti d'informazione o commerciali, ma per quanto riguarda i blog personali, mi sembra ridicolo voler scalare le classifiche.

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti per la condivisione del mio pensiero in merito a quest'argomento:)

    juhan@: se hai un blog perchè non lo fai apparire sul tuo profilo Google? Forse lo conduci sotto altro nome?

    RispondiElimina
  5. @ Patrizia
    Sono di un'altra parrocchia: wordpress.
    E poi tenta di invogliare a programmare su Linux.
    Diciamo che è per maniaci specializzati ;-)

    RispondiElimina
  6. Concordo sembra che in questa società bisogna fare tutto per scopo di lucro.

    Per esempio la politica di Google è molto "paracula" (termine romano per indicare furbizia), prima ti invoglinano ad usare un servizio (vedi Youtube) e poi ti mettono pubblicità e fra poco ci saranno moltissimi contenuti a pagamento. Si è anche vociferata la creazione di una rete (web) parallela per soli abbonati.
    Avremo il pay-per-web o i cyber navigatori si rifiuteranno di pagare?

    RispondiElimina
  7. @ Finello
    No il web resterà come adesso; certo qualcosa a pagamento ci sarà (i giornali), qualcosa c'è già ma il grosso è free, telefono a parte.

    RispondiElimina
  8. @juhan
    Perché non posti il link al tuo Blog sono curioso di vederlo.

    RispondiElimina
  9. http://www.okpanico.wordpress.com
    Non è tutto mio, per dirla tutta; io tento di convincere i giovani linuxiani a provare a programmare.
    Però ti rendi conto di cosa mi fai fare? In un post che deplora il linkaggio selvaggio (TM) me lo fai fare ammè! Patrizia è tutta colpa di Finello, io ho solo fatto la persona cortese.
    Per tutti gli altri: no, non ci siamo messi d'accordo, non è una manfrina.

    RispondiElimina
  10. @juhan
    Mi hai fatto prendere un colpo.
    Lunedì torno al lavoro e DEVO programmare, e mi ero quasi dimenticato degli sgorbi che tocca scrivere aahahahahahh.
    Con calma mi leggerò gli articoli, sembrano interessanti.

    RispondiElimina
  11. Benvenuto! e lascia un commento sulle cose che vanno e quelle che no.
    Certo che Patrizia si trova il post completamente OffTipiczato. Diciamo che più mandarmi a quel paese sul mio blog, prometto che non cancello.

    RispondiElimina
  12. Nel post dichiaro anche che ci sono le eccezioni, e cioè gli scambi di link con persone che si "conoscono" (come ci si può conoscere sul web!): tu e Finello siete frequentatori di vecchia data di questo blog, non c'è nulla di male a parlare dei ripettivi interessi informatici.
    In quanto alla programamzione linux: ok, sì, è da maniaci:)

    RispondiElimina
  13. Grazie infinite per lo spazio concessomi. Di solito concludo con "bacioni" ma non so se posso :-)

    RispondiElimina
  14. Ah no, "bacioni" è concesso solo a chi mi conosce personalmente da almeno 15 anni! :)

    RispondiElimina
  15. Anche a me sono giunte richieste di scambi di link con siti che trattano di tutt'altro e puramente al fine di scalare classifiche e motori di ricerca. Anch'io sono entrato nella classifica di wikio e devo ammettere che in un primo momento mi è scattata la molla della gara, ma sono d'accordo con te Patrizia, io scrivo per il piacere di condividere delle idee, impressioni e i miei disegni. Ricevo pochi commenti ma abbastanza visite e tante persone mi scrivono mail. Credo che anche attraverso il mio blog sono nate delle occasioni per presentare il mio libro. Insomma vince la passione su qualsiasi scalata artefatta da scambi di link.

    RispondiElimina
  16. Sì, d'altronde scriviamo anche per comunicare - quindi in un certo senso raggiungere più persone possibile ci fa certo piacere; ben vengano quindi gli scambi con chi veramente ci interessa per un motivo o per l'altro - si creano reti e nuove amicizie, ed è una cosa bella credo.
    No invece al puntiglioso e premeditato calcolo "scalatorio" - a meno che lo si faccia per lavoro, per interessi particolari e dichiarati.

    RispondiElimina
  17. Hai ragione, i blog si fanno perche' ci piace e basta.
    E niente pubblicita', che tanto per 5-10 euro in piu' al mese non ci cambia niente.

    RispondiElimina
  18. Ciao Buona sera Patrizia e ho 39 anni dipingo e faccio illustrazioni da sempre ma grazie al mio bel caratterino mi sono ritrovato a fareun lavoro che non mi piace per vivere comunque facendo il netturbino ho mezza giornata da passare come voglio anche se il lavoro che aumenta il caldo che attacca cerco di portare avanti una grafic novel proprio per posso gestire il tutto come dico io .ritorniamo a noi manga studio4 ex non mi importa immagini a colore ho cercato tutte le spunte nel programma ma meglio potrei usare altro per pitturare o fare la fine di tavole che faccio a mano ps .sai iosono vecchio stile evoglio carta e colori e usando molto l'acquerello l'ordine che mi ridà manga studio con la storia e avere la visione delle cose è ineguagliabile insomma un consiglio spassionato ciao patri da Alessio di Grosseto. ...

    RispondiElimina
  19. Ciao Alessio, se ti trovi bene su carta e la preferisci direi che ti conviene disegnare il tuo fumetto col metodo tradizionale, l'importante è il risultato e che tu ti trovi bene con la tecnica usata. Se invece volessi trovare la soluzione all'importazione di immagini in Manga studio c'è questo mio post che spero possa aiutare: http://patriziamandanici.blogspot.it/2009/10/mini-lezione-2-di-manga-studio.html

    RispondiElimina