Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



venerdì 1 gennaio 2010

I misteri di Windows - 1


Inauguro una serie di post dedicati solo a Windows e i suoi misteri - se non ai suoi problemi veri e propri. Lo faccio come viatico verso il mio futuro e definitivo passaggio al Mac, perlomeno nella parte che riguarda il lavoro (naturalmente mi terrò sempre come secondo computer un pc, magari il portatile).
Faccio questa scelta dopo almeno 8 anni di uso di Windows (Me, Xp, Vista), e nonostante mi sia capitato di dover formattare l'hard disk solo una volta, tanti anni fa: diciamo che nel mio rapporto problematico con "Winzozz" sono stata anche fortunata, rispetto ad altri.
Racconterò soprattutto aneddoti personali - tanto non mancheranno mai, temo.

Inizio dal problemino misterioso di ieri (il pc è quello del lavoro, un desktop di 4 anni fa con su Xp): avevo usato iTunes per un po' il pomeriggio, poi avevo chiuso il programma ed effettuato una "Pulizia disco" - cosa che faccio periodicamente. Di solito tolgo file temporanei e poco altro, e così ho fatto anche oggi.
Be', cerco di riavviare iTunes e mi parte un programma di installazione del programma: "eh?..." Annullo tutto e vado direttamente nel menu dei programmi per far partire iTunes: niente, mi riparte l'installazione. Bene, vediamo dove vuole arrivare: da nessuna parte a quanto pare, a un certo punto mi dà un "codice errore 2330" che impedisce l'installazione, non solo, se la rimangia tornando indietro con l'animazione che mostra di solito l'avanzamento!
Ho pensato: "boh, forse la pulizia disco ha mangiato qualche file necessario di iTunes, non so come".
Faccio un "Rispristino di sistema", ne avevo uno giusto alla data di ieri: niente, non funziona.
Tento la disinstallazione di iTunes: impossibile, mi viene fuori quel codice con la stessa procedura. Provo con Revo Uninstaller: niente. Con Google trovo poche informazioni sul "codice 2330", qualcuno consiglia di reinstallare il programma in una nuova cartella (tipo "iTunesA"). Seguo il consiglio ( io scelgo il nome "iTunes2") e funziona.
Però adesso mi ritrovo due programmi uguali, e non è che iTunes sia un programma leggerino; io lo uso soprattutto per ascoltare i podcast delle radio e lo trovo molto utile, per cui mi accontento di questa soluzione - ma insomma, ho perso almeno mezz'ora di tempo e ho solo aggirato il problema. Con il Mac questo non sarebbe successo (o almeno non con questa gravità e frequenza): ho da più di due anni un Mac Book Pro e un po' di esperienza me la sono fatta su questi computer.

Mi sono stufata delle bizze di Windows...

8 commenti:

  1. Io più che altro mi sono stufato della deperibilità del sistema Windows, che richiede tanta manutenzione per rimanere efficiente (e alla fin fine è solo ritardare l'inevitabile formattazione). Poi ogni tanto mi saltano i driver, sempre facendo pulizie o svuotando i file temporanei. Non avendo un mac, mi tocca comunque tenere un sistema Windows che faccia girare i programmi "seri", ma dopo tre settimane di prova ho deciso di installare un dual boot con Linux, così da usare poco windows, in modo che quando serve funzioni bene. Sarei curioso verso i mac. Peccato che non conosca nessuno per provarne uno, e comprare a scatola chiusa (a quei prezzi, poi) proprio non mi va.
    ***
    Ps: buon anno. O buon proseguimento. Non ho mai capito in che circostanze usare l'uno o l'altro... XD

    RispondiElimina
  2. Trovo strana l'idea di continuare con Windows (che io non chiamo "winsozz" ma "windoze", nome creato dai fanatici 'mericani del mac): una volta che hai deciso di passare al mac sarebbe più pratico usare solo quel SO.
    Io ho usato windoze, e prima il DOS, per 20 anni poi ho cambiato: Ubuntu (Linux).
    I problemi ci sono ma sono diversi, e per me relativamente nuovi, o vecchissimi, ereditati da Unix con cui ho cominciato.
    Una cosa che mi stupiva del tuo blog era proprio che usavi winsozz: tutti (OK, quasi) i grafici usano mac. E in America anche i geeks (rabbia!).
    Dai, magari dall'anno prossimo potrai aprire il capitolo "misteri del Mac".

    RispondiElimina
  3. @Izzy: hai colto il punto, per Windows è soprattutto la tanta manutenzione che disturba, il tanto tempo perso solo per aggiornare programmi e driver e ripulire il sistema.
    Io non oso avventurarmi in sistemi che non conosco e di cui non posso chiedere consiglio a conoscenti vicini in caso di urgenze: Mac l'ho usato abbastanza e ho letto riviste e manuali - e ho amici che lo usano!
    Grazie per gli auguri,che ricambio - il "proseguimento" va bene dato che degli ultimi mesi non mi posso lamentare!
    @juhan: ho deciso sì di passare al Mac, non di fare subito l'investimento! Nonostante i problemi il pc mi funziona abbastanza bene e sarebbe un peccato dismetterlo così - all'epoca ci avevo investito dei soldi! Poi ho diversi programmi di cui non conosco alternative per Mac, per cui un pc lo terrò sempre e lo userò (magari poco), per cui mi converrà sempre tenermi informata su Windows.
    Non ultima cosa: i programmi su cui lavoro sono per Windows, ricomprarli per Mac non è spesa da poco.
    E' vero che i grafici usano Mac, ma io non lo sono, e fino a due anni fa il computer per il mio lavoro mi serviva poco e niente: lo usavo per ritocchi sui disegni, ma soprattutto per andare su internet, giocare, masterizzare, ecc.
    Ciao e buon anno a tutti!

    RispondiElimina
  4. Perdono! Per "grafico" intendevo chiunque si occupi di "grafica" (wow! mi stupisco da solo di come sono stato chiaro).
    OK, prima del computer viene l'operatore, che è, come dire, più complesso, con diverse capacità e potenzialità. Alcune delle tue le invidio moltissimo: ad es. non so disegnare, ma non dirlo a nessuno.
    Vorrei anche rimediare la dimenticanza e fare gli auguri. Anche a Izzy, tipo davvero interessante. Ancora amici?

    RispondiElimina
  5. Mah... vado un po' controcorrente. A me l'unica cosa di Windows che dà veramente fastidio è la forma della licenza: quando pago per un sistema operativo voglio avere un disco in mano che mi permetta di (re)installarlo quando voglio (il disco di ripristino non mi sembra la stessa cosa).
    Lavoro con due pc. Su quello in ufficio c'è installato Windows 2000: poiché fa anche da file server, è acceso giorno e notte da quell'anno lì; non si è mai piantato né ha mai avuto bisogno di particolari manutenzioni (e io sono pigro, non ci faccio proprio nulla finché non capita una catastrofe). Sul portatile c'è montato XP; lo uso da quattro anni con manutenzione praticamente nulla: solo ultimamente si è piantato qualche volta (solo in fase di avvio) dopo disinfezione da un buon numero di virus.
    Qualche anno fa un collega ha tentato di farmi passare a Linux, però ce l'avevo a fianco e vedevo quante ore passava ad occuparsi del sistema: insomma, non mi ha convinto.
    A parte Windows, però, non uso altri programmi Microsoft (niente Word, IE, Outlook ecc. ecc.), forse questo aiuta la stabilità del tutto.

    Insomma, non dico che Windows sia un gran sistema operativo, ma non mi ha mai dato particolari grattacapi.

    RispondiElimina
  6. @juhan: nessun problema...
    @Massimo: anche io per anni non ho avuto (quasi) problemi gravi, ma tanti piccoli inconvenienti sì. Poi ho imparato anche io a usare programmi alternativi a Microsoft, ma a quel punto il problema è diventato (probabilmente) la gestione di tanti diversi programmi: sono curiosa e ne scarico di ogni tipo (mai però da siti strani). I programmi vanno aggiornati, è inevitabile se voglio sfruttarli al meglio. E il pc va pulito, altrimenti si rallenta (ogni programma installato e disinstallato lascia un sacco di file inutili qui e lì; e non si sa mai se a cancellarne qualcuno si provochino disastri!).
    Il mio pc comunque nonostante la manutenzione è diventato un po' lento all'avvio, e anche l'apertura di certi programmi non è immediata: e io non ho tempo!, non più. Di episodi simili a quello raccontato nel post ne avrei a decine da raccontare.
    Il confronto con il mac diventa sempre più perdente!

    RispondiElimina
  7. Attenzione a programmi come Revo Uninstall e Total Uninstall... talvolta cancellano anche file di sistema... Io per esempio non sono più riuscito a installare il tcp/ip...

    RispondiElimina
  8. Sì in effetti non mi fido molto di questi programmi disinstallanti, per adesso l'ho usato in pochissimi casi e nel dubbio ho lasciato perdere.
    Il che vuol dire che dovrei continuare a tenermi spazzatura nel pc...

    RispondiElimina